ricetta

Gnudi: la ricetta del primo piatto della tradizione toscana

Preparazione: 30 Min
Cottura: 10 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
A cura di Carlotta Falletti
16
Immagine
ingredienti
Spinaci freschi
300 gr
Ricotta
220 gr
uovo
1
Parmigiano grattugiato
50 gr
Burro
30 gr
Noce moscata
q.b.
Salvia
4-5 foglie
Sale
q.b.
vi serve inoltre
Farina
q.b.

Gli gnudi sono un primo piatto tipico della cucina toscana. La ricetta, appartenente alla tradizione contadina, richiede pochi e semplici ingredienti che, messi insieme, danno vita a una preparazione gustosa e succulenta, perfetta per un pranzo in famiglia o un’occasione di festa. Di facile esecuzione, gli gnudi sono dei grossi gnocchi dalla forma leggermente allungata preparati con un impasto a base di ricotta, spinaci, uova, parmigiano grattugiato e noce moscata. Una volta ricavate delle quenelle, queste vengono lessate in acqua bollente e insaporite in padella con burro e salvia, per un risultato saporito e delicato al tempo stesso.

In dialetto toscano il termine gnudi significa nudi: questo in riferimento al tipo di preparazione, assimilabile a quella dei ravioli di ricotta e spinaci ma “senza camicia”, ovvero senza l’involucro di sfoglia a racchiudere il ripieno. Per una perfetta riuscita del piatto è fondamentale strizzare perfettamente gli spinaci e scolare per bene la ricotta dal siero: in questo modo si otterrà un composto asciutto e non annacquato, e non sarà necessario aggiungere troppa farina che rischierebbe di indurire l’impasto. Se preferisci, puoi cuocere gli gnudi in un sugo di pomodoro fresco oppure puoi condirli con un ragù di carne e una spolverizzata di pecorino toscano.

Scopri come preparare gli gnudi seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, cimentati anche con i canederli alla tirolese.

Come preparare gli gnudi

Lava accuratamente gli spinaci, quindi trasferiscili in una casseruola capiente con un bicchiere d'acqua 1 e lasciali cuocere su fiamma dolce.

Quando saranno cotti, lasciali scolare e intiepidire in uno scolapasta 2; quindi strizzali con le mani per eliminare completamente l'acqua in eccesso.

Trasferisci gli spinaci su un tagliere e tritali finemente al coltello 3.

Raccogli la ricotta, ben scolata dal siero, in una ciotola 4 e aggiungi gli spinaci tritati.

Unisci anche l'uovo 5.

Aggiungi il parmigiano grattugiato 6.

E profuma con una grattugiata di noce moscata 7.

Aggiusta di sale 8.

E mescola per bene con un cucchiaio 9.

Fino a ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato 10.

Spolverizza un tagliere con un po' di farina 11.

Preleva piccole porzioni d'impasto 12 e, con l'aiuto di due cucchiai, realizza gli gnudi dandogli la caratteristica forma a quenelle.

Disponi gli gnudi sul tagliere ben infarinato 13, e tienili da parte.

Raccogli il burro a tocchetti in una padella antiaderente, aggiungi la salvia 14 e lascia fondere su fiamma dolce.

Immergi gli gnudi, con l'aiuto di una paletta 15, in acqua bollente e leggermente salata, e lascia cuocere finché non verranno a galla.

Scola gli gnudi 16 direttamente nella padella con il condimento di burro e salvia 16.

E lasciali insaporire  per qualche istante su fiamma dolce (17).

Distribuisci gli gnudi nei piatti individuali 18, porta in tavola e servili ben caldi. 

Conservazione

Gli gnudi vanno consumati preferibilmente caldi al momento. In alternativa, puoi tenerli in freezer per circa 1 mese, disposti su un vassoio infarinato, e lessarli ancora congelati all'occorrenza.

16
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
16