ingredienti
  • Carote 300 gr • 286 kcal
  • Datteri 200 gr
  • Gherigli di noci 100 gr
  • Vaniglia in polvere 2 cucchianini
  • Cannella 1/2 cucchiaino
  • Zenzero in polvere 1/2 cucchiaino • 80 kcal
  • Farina di cocco 4-5 cucchiai • 660 kcal
  • Uvetta 30 gr • 317 kcal
  • Noce moscata un pizzico
  • Sale un pizzico • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I tartufini di carote, datteri e noci sono dei dolcetti golosi e facili da realizzare. Grazie al contrasto fra gli elementi dolci – come le carote, i datteri e la farina di cocco – e quelli salati come le noci, saranno di sicuro successo: potete prepararli per un brunch o per una merenda insieme a tè e pasticcini, oppure usarli dessert come dopo pasto.

I tartufini di carote, datteri e noci possono essere usati anche dagli sportivi come spezza fame e per avere una dose extra di energia: sono molto nutrienti, grazie alle proprietà benefiche degli ingredienti. Le carote, infatti, sono ricche di antiossidanti e vitamine, mentre i datteri sono ricchi di zuccheri naturali e sali minerali. Infine le noci, un vero e proprio toccasana per il fisico: grazie alle proteine, alle vitamine (A ed E soprattutto), alle fibre, agli antiossidanti e all'acido folico che contengono.

Come preparare i tartufini di carote, datteri e noci

Sbucciate le carote e tritatele nel frullatore, quindi mettetele da parte. Private i datteri del nocciolo (1) e tritateli nel frullatore (2), fino ad ottenere un impasto abbastanza fine. Aggiungere le carote e continuare a tritare (3).

Aggiungete le spezie e due cucchiai di farina di cocco, continuando a frullare (4). Tritate grossolanamente l'uvetta, levate l'impasto dal mixer e aggiungete anche l'uvetta (5). Prelevate dall'impasto due cucchiai e formate una pallina, procedete così per il resto dell'impasto. Fate riposare i tartufini per un paio di ore prima di servire.

Consigli

Se l'impasto risulta troppo appiccicoso, aggiungete un altro cucchiaio di farina di cocco: ma fatelo con un cucchiaio alla volta, altrimenti rischiate di indurirlo eccessivamente.

Per un effetto più scenico, potete passare i tartufini nel cocco in scaglie, da comprare in un negozio per pasticceria o al supermercato.

Se non amate il cocco, potete sostituire la farina di cocco con la farina di mandorle. Per chi è allergico alle noci, può sostituirlo con un altro tipo di frutta secca come le mandorle, o i pinoli, per un effetto più delicato.

Conservazione

Potete conservare i tartufini di carote, datteri e noci per una settimana in frigo. Oppure potete congelarli e conservarli in freezer per un mese.