ricetta

Tagliatelle al ragù di agnello: il primo piatto per il pranzo di Pasqua

Preparazione: 60 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
543
Immagine
ingredienti
Agnello
300 gr di polpa
Polpa di pomodoro
500 gr
Vino rosso
80 ml
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai
Aglio
2 spicchi
Rosmarino
2 rametti
Pecorino
40 gr a scaglie
Sale marino
q.b.
Pepe nero
q.b.
Tagliatelle
350 gr

Le tagliatelle al ragù di agnello sono il primo piatto ideale per il periodo pasquale: un condimento ricco ma allo stesso tempo poco calorico e dal gusto unico. Per prepararlo occorre della polpa di agnello, ricavata dalla coscia o dalla spalla, polpa di pomodoro, aglio, rosmarino, vino rosso con una spolverata di pecorino sardo. Nella nostra ricetta abbiamo preferito la pasta fresca, nello specifico le tagliatelle, che assorbono bene il sugo rendendo il piatto più saporito. Potete scegliere però altre tipologie di pasta fresca all'uovo oppure optare per formati lunghi come bucatini, spaghetti, linguine oppure rigatoni, a seconda dei gusti personali.

Come preparare le tagliatelle al ragù di agnello

Eliminate dalla polpa di agnello il grasso e le nervature e tritatela con un coltello oppure utilizzando il tritacarne. In una padella mettete l'aglio schiacciato oppure tritato e i due rametti di rosmarino. Fate dorare, unite poi la carne di agnello e fate insaporire girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Fate rosolare per almeno 10 minuti e aggiungete poi il vino rosso e fate sfumare, sempre mescolando. Togliete i rametti di rosmarino e aggiungete la polpa di pomodoro, fate cuocere a fuoco basso, unite il sale,l'olio, il pepe e fate cuocere per circa mezz'ora o fino al quando il sugo non si addensa. (1)

A parte lessate le tagliatelle, da preparare con la ricetta classica della pasta fresca all'uovo, oppure utilizzate quelle già pronte. (2) Cuocetele in abbondante acqua salata. Una volta scolate mescolatele poi in padella con il condimento, per farle insaporire. Infine aggiungete del pecorino sardo a scaglie e servite ben calde. (3)

Consigli

Per preparare il ragù di agnello preferite l'agnello di latte dalla carne più tenera, assicuratevi che il taglio non sia troppo magro e cuocetelo a fuoco basso.

Potete anche sostitutire aglio e rosmarino con un soffritto di carote, sedano e cipolla: aggiungete l'agnello e fate rosolare, bagnare poi con vino rosso o vino bianco, e fate evaporare.

Per evitare che la carne di agnello si indurisca, cuocetela a fuoco lento, potete aggiungere anche un po' di brodo di carne caldo. Ricordate anche di assaggiare e di aggiungere, se è il caso, altro sale.

Al posto della salsa di pomodoro potete anche utilizzare i pomodori tagliati a pezzetti. Se invece preferite la pasta in bianco, vi basterà far rosolare l'agnello con il soffritto e aggiungere il vino facendo cuocere per 30 minuti. Dopo la cottura della pasta fate insaporire e servite. Potete aggiungere anche dei carciofi da soffriggere prima con un po' di olio e aglio per 10 minuti.

Il ragù di agnello può essere preparato anche il giorno prima e, se dovesse avanzare, potete conservarlo in frigo per 2 o 3 giorni all'interno di un contenitore ermetico.

543
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
543