ingredienti
  • Ingredienti per i tortelli
  • Farina 00 200 grammi • 43 kcal
  • Uova a temperatura ambiente 104 grammi
  • Ingredienti per il ripieno
  • Zucca 500 grammi
  • Mostarda mantovana di pere 170 grammi
  • Uova 52 grammi • 79 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Amaretti 160 grammi
  • Grana Padano DOP 65 grammi
  • Noce moscata q.b.
  • Ingredienti per il condimento
  • Burro 120 grammi • 43 kcal
  • Salvia 8 foglie • 79 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Grana Padano DOP 60 grammi
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I ravioli di burro, zucca e salvia sono un primo piatto tipico di Mantova. La particolarità di questo piatto sta nel sapore agrodolce lasciato in bocca dal ripieno, il cui ingrediente principale è la mostarda mantovana. Generalmente, in Emilia, i tortelli si consumano durante la vigilia di Natale, ma sono ormai diffusi in tutta Italia per tutto il periodo invernale.

Non è un piatto semplice da preparare, perché la ricetta originale prevede che anche la pasta sia preparata a mano, rigorosamente all'uovo, come si conviene in Emilia-Romagna. Per prepare l'intero piatto occorrono circa 3 ore: il risultato, però, sarà davvero ottimo, e spendere qualche ora ne sarà valsa la pena.

Ecco quali sono i passaggi da seguire per portare in tavola questo primo piatto.

Come preparare i ravioli di burro, zucca e salvia

Per prima cosa, preparate il ripieno. Tagliate la zucca e dividetela in parti, pulendo ogni parte dai semini. Adagiate le fette su una leccarda rivestita di carta forno (1). Mettete le fette di zucca a cuocere in forno statico preriscaldato a 220° per circa 20 minuti. Mentre la zucca cuoce, sbriciolate gli amaretti in una ciotola (2). Poi, aiutandovi con un coltello, tritate la mostarda. Quando la zucca è cotta, lasciatela raffreddare ed asciugare un po' a forno spento, poi raccoglietela in una ciotola. Amalgamate la zucca, gli amaretti e la mostarda e aggiungete anche il formaggio grattugiato e l'uovo. Quando tutto sarà ben compatto, aggiungete sale e noce moscata a piacere, poi mettete a riposare per un'intera giornata (3).

Il giorno seguente, preparate la pasta fresca. Setacciate la farina e impastatela con le uova sbattute. Una volta ottenuto un impasto nè troppo asciutto e nè troppo umido, dategli una forma sferica, avvolgetelo nella pellicola trasparente (4) e lasciatelo riposare per mezz'ora. Passato il tempo necessario, dividete l'impasto in due parti stendete ciascuna parte fino ad ottenere delle strisce sottili (5). Lasciando un po' di spazio lungo i bordi, posizionate dei mucchietti di ripieno a metà delle strisce. Poi, ripiegate le strisce per coprire il ripieno. Pressate tra un ripieno e l'altro per definire i bordi e tagliate le strisce, definendo i ravioli (6). Mettete sul fuoco una pentola con l'acqua e poi, quando l'acqua bolle, mettete a cuocere i tortelli; nel frattempo, mettete in una padella il burro e la salvia. Quando i tortelli sono pronti, scolateli e versateli nella padella con il burro e la salvia. Condite con il formaggio grattugiato e impiattate.

Conservazione

Se dovessero avanzare dei ravioli, abbiate cura di conservarli in frigorifero e di consumarli entro il giorno. Trattandosi di pasta fresca, infatti, non può essere conservata troppo a lungo.

Consigli

Se non amate il burro e la salvia, potete condire i ravioli con un sughetto leggero. Badate, però, che non sia troppo elaborato, per evitare di coprire il sapore del ripieno.