ingredienti
  • per i biscotti
  • Farina 250 gr • 901 kcal
  • Cacao amaro in polvere 50 gr
  • Zucchero 120 gr • 15 kcal
  • Burro 70 gr • 21 kcal
  • Latte 140 ml • 79 kcal
  • Ammoniaca per dolci 5 gr
  • Miele 20 gr • 304 kcal
  • Arancia 1 • 34 kcal
  • Cannella in polvere 1 cucchiaino
  • Chiodi di garofano 1 cucchiaino
  • per la copertura
  • Marmellata di arance 50 gr • 248 kcal
  • Cioccolato fondente 300 gr • 600 kcal
  • Pistacchi in polvere q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le rame di Napoli sono dei deliziosi biscotti glassati tipici della pasticceria siciliana, in particolar modo della città di Catania. Si realizzano con un impasto a base di farina, zucchero, burro, cacao e spezie e, una volta cotti, vengono ricoperti con marmellata di arance e cioccolato fuso e infine guarniti con granella di pistacchi. Nonostante il nome possa trarre in inganno, questi dolcetti vengono tradizionalmente preparati in Sicilia, e non in Campania, per la festa di Ognissanti e per quella dei Morti e regalati ai più piccoli come dono da parte dei parenti defunti. Ma perché rame? Sembra che questi dolcetti siano stati realizzati per la prima volta dai siciliani per celebrare la speciale moneta, contenente una lega di rame, introdotta in seguito all'unificazione del Regno delle due Sicilie. Semplicissimi, incredibilmente aromatici e molto golosi. Provateli subito.

Come preparare le rame di Napoli

Rame di Napoli

In una ciotola miscelate la farina con il cacao; unite l’ammoniaca, lo zucchero, la cannella, i chiodi garofano e la scorza d’arancia grattugiata e solo dopo il miele (1).

Rame di Napoli

Aggiungete il burro a tocchetti e per ultimo il latte (2), iniziando a mescolare con un cucchiaio.

Rame di Napoli

Appena la farina avrà assorbito i liquidi, trasferite l'impasto su un piano di lavoro e proseguite a lavorare con le mani (3), fino ad avere un panetto morbido e omogeneo.

Rame di Napoli

Ricavate delle palline grandi come noci e trasferitele man mano su una teglia, foderata con carta forno, avendo l'accortezza di metterle piuttosto distanziate (4). Fate cuocere i biscotti in forno statico a 180 °C per circa 25-28 minuti.

Rame di Napoli

Trascorso il tempo di cottura, sfornate i biscotti e fateli raffreddare perfettamente. Scaldate la marmellata per qualche secondo al microonde e spennellatela sulla loro superficie (5).

Rame di Napoli

Fate fondere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria (6).

Rame di Napoli

Disponete i biscotti su una gratella per dolci e ricopriteli versando il cioccolato con un cucchiaio (7).

Rame di Napoli

Decorate con i pistacchi in polvere e lasciate rassodare perfettamente (8).

Rame di Napoli

Trasferite i biscotti su un piatto da portata e servite (9).

Consigli

Con queste dosi otterrete in tutto circa 16-18 biscotti.

Una volta realizzati i biscotti, abbiate l'accortezza di metterli su una teglia da forno piuttosto distanziati l'uno dall'altro: in cottura, infatti, tenderanno ad allargarsi.

Tradizionalmente le rame di Napoli hanno al loro interno l’ammoniaca, un agente lievitante che conferisce leggerezza a questo golosissimo dolcetto. Potete sostituirlo eventualmente con  lievito per dolci in polvere, nel caso non doveste trovarlo.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche il pan dei morti e le fave dei morti, gli altri dolci tipici di questa ricorrenza.

Conservazione

Le rame di Napoli si possono conservare per 2-3 giorni sotto una campana di vetro o chiuse in un apposito contenitore ermetico. Si sconsiglia la congelazione.