ricetta

Polpette di Sant’Antonio: la ricetta del secondo piatto umbro tipico di Assisi

Preparazione: 40 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
159
Immagine
ingredienti
Passata di pomodoro
800 ml
Carne macinata di manzo
500 gr
Pane raffermo
150 gr
Parmigiano grattugiato
40 gr
Uvetta
2 cucchiai
Pinoli
2 cucchiai
Uova
2
Aglio
1 spicchio
Sale fino
q.b.
Pepe nero macinato
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Basilico
q.b.

Le polpette di Sant'Antonio sono un secondo piatto tipico della tradizione culinaria umbra: morbide polpette di carne arricchite con pinoli e uvetta e cotte nella salsa di pomodoro. Una ricetta che si prepara solitamente il 17 gennaio, in occasione della festa di Sant'Antonio Abate, patrono di Santa Maria degli Angeli, frazione di Assisi. Gli abitanti di questa cittadina ricordano ogni anno il miracolo del 1860, quando una grave epidemia colpì i cavalli, causando danni all'economia della zona. I cittadini pregarono molto il santo, conosciuto anche come il protettore degli animali, e l'epidemia terminò. Questa pietanza entrò quindi a far parte del "piatto di Sant'Antonio" che veniva offerto ai poveri come ringraziamento per il miracolo ottenuto, e che comprendeva maccheroni, polpette, carne in umido, salsicce, pane, vino e mele. Ma ecco come preparare queste squisite polpette umbre.

Come preparare le polpette di Sant'Antonio

Fate ammorbidire il pane raffermo in una ciotola con l'acqua per una decina di minuti, o fino a quando non si sarà ammorbidito. Strizzatelo e tenetelo da parte. Mettete la carne macinata in una ciotola, aggiungete il pane, le uova, sale e pepe e amalgamate. Unite anche il parmigiano grattugiato, l'uvetta e i pinoli e mescolate bene il tutto fino a ottenere composto omogeneo.

Formate le polpette con le mani e sistematele su un vassoio. Rosolate l'aglio in un tegame, aggiungete la passata di pomodoro, salate e cuocete per circa 10 minuti. Aggiungete le polpette nel sugo e continuate la cottura per 20 minuti. Le vostre polpette di Sant'Antonio Abate sono pronte per essere servite con una foglia di basilico.

Consigli

Potete sostituire il parmigiano con il pecorino grattugiato e aggiungere all'impasto l'aglio e il prezzemolo tritati, se preferite. Se l'impasto dovesse risultare poco omogeneo, aggiungete 1-2 cucchiai di pangrattato.

Se a casa non avete del pane raffermo potete utilizzare delle fette di pancarré o del pane in cassetta.

Se amate le polpette al sugo, provate anche le polpette in umido, cotte in un delizioso sughetto di verdure.

Conservazione

Potete conservare le polpette di Sant'Antonio in frigorifero per 2-3 giorni all'interno di un contenitore con chiusura ermetica.

159
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
159