ingredienti
  • Per la marinatura
  • Filetto dorsale di salmone 400 g
  • Salsa di soia 2 cucchiai • 750 kcal
  • Olio di sesamo 2 cucchiai • 884 kcal
  • Sesamo tostato 2 cucchiaini
  • Zenzero grattugiato 1 cucchiaino
  • Per la base di riso
  • Riso per sushi 350 g • 500 kcal
  • Aceto di riso 3 cucchiai • 10 kcal
  • Zucchero 1 cucchiaio • 146 kcal
  • Sale 1 cucchiaino • 0 kcal
  • Per il condimento
  • Edamame 125 g
  • Cetrioli 200 g
  • Avocado 1 a fette • 231 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La Poke bowl al salmone è un piatto etnico ispirato alla tradizione delle Hawaii. Particolarmente in voga negli ultimi anni, ha spopolato sul web e sui social per i giochi cromatici con cui viene presentato, apprezzato soprattutto dagli amanti del sushi. In effetti, al sushi assomiglia parecchio, perché tra gli ingredienti troviamo non solo riso e salmone, ma anche gli edamame, l'avocado, il cetriolo e la tradizionale salsa di soia, tipici della cucina giapponese.

La Poke bowl al salmone è composta da una base di riso, venere, integrale, o in stile sushi, accompagnato da salmone a cubetti macerati nell'olio di sesamo o nella salsa di soia e accompagnato da ingredienti a piacere. La Poke può essere anche di tonno, di pollo, o del tutto vegetale. Un piatto fresco, leggero e super nutriente, che potete riprodurre anche a casa in pochi semplici passaggi.

Come preparare la Poke bowl al salmone

Salmone teryiaki

Per prima cosa, marinate il pesce. Tagliate il salmone a fettine, poi a cubetti. Nel caso di un trancio intero, pulitelo bene da pelle e lische. In una ciotola, mescolate l'olio di sesamo, la salsa di soia, il sesamo tostato e lo zenzero grattugiato finemente. Immergete il salmone e lasciatelo marinare per almeno 30 minuti.

Per preparare il riso, mettetelo in un colino e sciacquatelo bene sotto l'acqua corrente fredda. Scolate e versatelo in una pentola. Coprite a filo con l'acqua e lasciatelo a riposo per circa 15 minuti. Accendete la fiamma, portate a bollore senza coperchio, quindi abbassare il fuoco e fate sobollire. Coprite e lasciate cuocete altri 10 minuti a fuoco basso.

Scaldate in un pentolino l'aceto di riso con lo zucchero e il sale, mescolando, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Trasferite il riso in una ciotola, aggiungete il condimento ancora caldo e sgranate, fino a quando si sarà raffreddato.

Passate alla composizione della Pokè. Create una base di riso, aggiungete da un lato il salmone, a fianco il cetriolo o l'avocado, poi gli edamame e guarnite con le salse che prefetite.

Consigli

Per rendere la Pokè bowl al salmone ancora più gustosa, potete condire il risultato finale con la salsa della marinatura.

Potete aggiungere del mango a dadini, o le tradizionali alghe wakame. In alternativa della cipolla croccante o delle verdure alla julienne.

In alternativa, preparate una gustosa crema di mango, frullando in un mixer da cucina 250 g di polpa di mango a pezzi 10 g di olio extravergine di oliva e 1 pizzico di peperoncino secco piccante.

Conservazione

La Poke bowl al salmone va consumata subito, appena fatta. Eventualmente, potete conservarla fino al giorno successivo, chiusa in un contenitore ermetico e in frigorifero.