ingredienti
  • Farina 00 190 gr • 750 kcal
  • Acqua fredda 80 ml • 0 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai • 0 kcal
  • Aceto bianco 1 cucchiaio
  • Sale qb • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta matta è un impasto base i cui ingredienti sono principalmente acqua e farina: è chiamata anche "pasta morta", a causa dell'assenza del lievito. Questo tipo di pasta sostituisce spesso la pasta brisée ed è usata soprattutto per fare gli strudel: l'unico grasso utilizzato è l'olio, che viene inserito al posto del burro. Più elastica della pasta brisée, ha un sapore delicato che tende al neutro, per questo motivo spesso viene utilizzata per preparare non solo crostate e strudel, ma anche torte salate e rustici.

Come preparare la pasta matta

In una ciotola versate la farina (1) e create una fontana al centro (2). Unite l’acqua e iniziate a mescolare dal centro verso l’esterno con un cucchiaio (3).

Aggiungete l’olio al centro della fontana (4). Impastate (5) e, quando la farina inizia ad assorbire i liquidi aggiungete l’aceto (6). Continuate a mescolare e unite un pizzico di sale. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Coprite l’impasto (7) con la pellicola alimentare (8) e lasciatela riposare per circa un’ora. Trascorso questo tempo, infarinatela leggermente e iniziate a stenderla con un matterello. Stendete la pasta il più possibile fino a dargli lo spessore di qualche millimetro. A questo punto la pasta matta è pronta per fare da guscio croccante per una deliziosa farcitura, sia dolce sia salata.

Consigli e usi

La pasta matta deve assolutamente riposare per circa un'ora, meglio se in frigorifero: solo in questo modo l'impasto assumerà la consistenza giusta. Stendetela bene fino a ottenere una sfoglia sottilissima: minore sarà lo spessore maggiore dell'involucro, maggiore sarà il grado di croccantezza finale.

La pasta matta viene usata molto in Liguria ad esempio per la celebre torta Pasqualina, ma potete utilizzarla anche per preparare un delizioso strudel di mele e uvette, oppure per un rustico con peperoni, patate e salsiccia.

Come conservare la pasta matta

La pasta matta si conserva perfettamente in frigorifero fino a due giorni circa. Copritela con la pellicola in modo che non si secchi però. Se invece la volete preparare in largo anticipo o averla sempre a disposizione riponetela in un sacchetto a chiusura ermetica e congelatela. Abbiate cura di tirarla fuori dal freezer circa sei ore prima di doverla utilizzare e farcire.