ricetta

Pasta alla pecorara: la ricetta del piatto tipico abruzzese

Preparazione: 1 ora
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
88
Immagine
ingredienti
per la pasta
Farina 0 (o semola)
400 gr
Acqua
220-230 ml
Sale
1 pizzico
Per il condimento
melanzana piccola
1
Zucchina
1
Peperone rosso
1
Cipolla
1
Passata di pomodoro
500 ml
Guanciale
60 gr
Ricotta di pecora
100 gr
Pecorino
50 gr
Basilico
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

La pasta alla pecorara è un primo piatto ricco e gustoso tipico della cucina abruzzese, in particolare della provincia di Pescara. Si tratta di una pasta fresca, realizzata impastando la farina o la semola con l'acqua, confezionata a forma di anellino e poi condita con un sugo avvolgente e cremoso a base di verdure, pomodoro e ricotta. Il tutto arricchito da cubetti di guanciale croccante, pecorino grattugiato e pepe nero macinato fresco, per un risultato finale molto saporito e fragrante.

Legata alla tradizionale pastorale, la ricetta racchiude tutti gli ingredienti caratteristici del territorio (verdure, carne e formaggi) e prende il nome dal formato di pasta con cui viene realizzata, la pecorara per l'appunto. Un pochino più laboriosa da preparare in casa, era destinata soprattutto alle grandi occasioni e ai pranzi di festa. Perfetta per la tavola natalizia, vi consentirà di fare un gran figurone con amici e parenti.

Il condimento, come spesso accade per i piatti della tradizione, può variare a seconda degli ingredienti che si hanno a disposizione; al posto del guanciale, per esempio, potete aggiungere il macinato di manzo (o di pecora) e realizzare un corposo ragù. Se siete vegetariani, potete omettere la carne e aggiungere eventualmente dei funghi secchi e delle olive.

Scoprite come realizzare la pasta alla pecorara seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la pasta alla pecorara

Sbucciate la cipolla e tritatela grossolanamente 1.

Lavate il peperone, mondatelo e tagliatelo a tocchetti.

Lavate la melanzana, spuntatela e tagliatela a cubetti 3.

Lavate la zucchina, spuntatela e tagliate anche questa a tocchetti 4.

Tritate il guanciale 5.

Trasferitelo in una pentola con un filo di olio 6.

Fate rosolare a fiamma dolce, finché non sarà ben croccante 7.

Aggiungete i peperoni 8.

Unite le melanzane 9.

Completate con zucchine e cipolla 10, quindi fate rosolare leggermente.

Versate la passata di pomodoro 11 e poi un goccio di acqua.

Salate 12 e lasciate cuocere per circa 35 minuti.

Al termine il sugo dovrà essere ben ristretto 13.

Intanto mescolate la farina con l’acqua, versandone poca alla volta 14.

Impastate per bene e formate un panetto liscio e omogeneo 15.

Tagliate l'impasto in pezzetti più piccoli e allungateli a formare dei cordoncini 16.

Con questi formate degli anellini del diametro di una moneta da due euro 17.

Man mano che li realizzate, trasferiteli su un tagliere o un vassoio ben infarinato 18.

Trasferite il sugo in una terrina capiente e aggiungete la ricotta 19.

Lessate gli anellini in acqua bollente e leggermente salata per 4-5 minuti 20.

Scolateli, versateli direttamente nella terrina con il condimento 21 e mantecate.

Impiattate, completate con il pecorino grattugiato e una macinata di pepe; guarnite con il basilico e servite 22.

Conservazione

Potete preparare il sugo in anticipo e conservarlo in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per 1-2 giorni. La pasta fresca è bene prepararla il giorno stesso, o al massimo il successivo, avendo cura di farla essiccare all’aria, ben separata.

88
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
88