ingredienti
  • Farina 0 800 g • 750 kcal
  • Acqua 400 g • 0 kcal
  • Lievito di birra fresco 15 g • 750 kcal
  • Sale 2 cucchiaini • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pane marocchino è conosciuto in tutto il mondo anche come Batbout. È una ricetta apprezzatissima, un pane soffice e fragrante tipico del nord Africa. La sua caratteristica è che, pur essendo un lievitato, rimane molto schiacciato. Il sapore è povero di sale: questo perché la cucina marocchina è per tradizione ricca di sapori e di spezie.

Il pane marocchino infatti è l'ideale per accompagnare piatti pieni di gusto, come verdure, stufati sugosi o kebab. La ricetta è davvero molto semplice e veloce: è un pane furbo, che si prepara in poco tempo e soprattutto in padella! Ottimo per l'estate, quando non vogliamo accendere il forno e necessitiamo di ricette molto veloci.

Oltre ad essere buonissimo, il pane marocchino può essere preparato anche all'ultimo momento per una cena improvvisata. In più, pur essendo una ricetta etnica, gli ingredienti sono semplicissimi e si trovano davvero ovunque: bastano farina, acqua e lievito di birra.

Come preparare il pane marocchino

In una ciotola, mescolate la farina 0 con il sale. Mescolate poi aggiungete il lievito sbriciolato.

Intiepidite l'acqua e versatela poco per volta sul vostro composto. Amalgamate bene fino ad ottenere un impasto sodo. Trasferitelo su un piano di lavoro e continuate a lavorarlo. Aggiungete acqua poco alla volta se necessario. Trascorsi una decina di minuti, coprite l'impasto e lasciatelo lievitare per circa 30 minuti.

Dividete l'impasto in panetti da 200 g l'uno. Lavorate l'impasto facendo delle pieghe su se stesso. Portate i lembi esterni verso l'interno. Infarinate un canovaccio e avvolgete i panetti. Lasciateli lievitare altri 30 minuti.

Trascorso il tempo di lievitazione, stendete ogni panetto fino a formare un disco dello spessore di 2 cm e del diametro di 24 cm. Copriteli nuovamente e lasciateli riposare altri 30 minuti.

Scaldate una padella antiaderente e cuocete ogni pagnottella a fiamma dolce, circa 5 minuti per lato. Lasciate raffreddare il pane su un canovaccio pulito.

Consigli

Se durante la cottura in padella, tendono a formarsi delle bolle, abbassate delicatamente l'impasto con le mani.

Per favorire la lievitazione, potete aggiungere mezzo cucchiaino di zucchero semolato.

Conservazione

Potete conservare il pane marocchino per un paio di giorni, avvolto in un canovaccio. In alternativa potete congelarlo e gustarlo all'occorrenza. Come tutti i lievitati, potete metterlo in freezer anche prima dell'ultima fase di lievitazione.