ingredienti
  • Farina tipo 00 500 gr • 750 kcal
  • Zucchero bianco 80 gr • 750 kcal
  • Lievito in polvere per dolci 1 bustina • 600 kcal
  • Latte 500 ml • 43 kcal
  • Burro 150 gr • 43 kcal
  • Uova 1 • 79 kcal
  • Mirtilli 300 gr • 45 kcal
  • Sciroppo d’acero q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I pancake ai mirtilli sono un dolce perfetto per una colazione golosa e semplice e con lo sciroppo d'acero e mirtilli potrete renderli ancora più appetitosi.

Come si preparano i pancake ai mirtilli

Setacciate la farina in una ciotola ed unite quindi lo zucchero ed il lievito per dolci(1). In una ciotola separata quindi versate e sbattete le uova (2). A questo punto in una terza ciotola, in cui avete mescolato burro sciolto e latte, unite le uova sbattute (3).

Aggiungete il composto di farina, zucchero e lievito mescolando continuamente fino ad ottenere un composto omogeneo (4). Quindi aggiungete i mirtilli e mescolate delicatamente (5). Scaldate una padella antiaderente  e spennellate un po' di burro fuso, quindi versate il composto e girate una volta che si formeranno delle bollicine sulla superficie (6).

Consigli di preparazione

  • Setacciate la farina in modo da evitare che si formino dei grumi.
  • Una volta che avete fatto sciogliere il burro lasciatelo raffreddare prima di aggiungere il latte.
  • Incorporate il composto di farina, zucchero e lievito poco a poco, in modo da ottenere un composto liscio.
  • Tenete il fuoco medio – basso e fate un primo pancake di prova in modo da regolarvi con i tempi.

Errori da evitare

Per fare degli ottimi pancake non dovete usare i preparati in vendita nei supermercati ma fare la pastella in casail cui procedimento non presenta grosse difficoltà. La pastella ha bisogno, però, di molto riposo per fare idratare la farina e sciogliere piccoli grumi. Attenzione, inoltre, al tipo di padella utilizzato, che deve essere antiaderente e che non va unta.

Cenni storici

Il pancake è un dolce americano che nasce in realtà parecchio tempo prima della scoperta del continente. Si parla infatti di Pancake già nel 500 a. C. in Grecia, chiamati Tagenites e venivano preparati con farina e olio, accompagnati con formaggio e serviti la mattina per colazione. Qui però ancora non era utilizzato il lievito all'interno della preparazione ed erano molto più simili alle crepes francesi. Per ritrovare una variante più simile a quella che conosciamo oggigiorno  dobbiamo spostarci in Olanda. Qui infatti ritroviamo nei Poffetjes un risultato davvero molto simile al tipico dolce americano. Questa ricetta ha viaggiato insieme agli Europei durante la scoperta del nuovo continente dove ritroviamo la sua definitiva esecuzione con l'aggiunta del lievito e tagliando definitivamente i ponti con le varianti del passato..

Conservazione

I pancake vanno serviti appena cotti ma, in alternativa, potete conservarli per un giorno ad una temperatura di circa 8-10° C.