ingredienti
  • Panini tondi o ciabatta 4
  • Tonno in scatola 150 gr sgocciolati
  • Acciughe sott’olio 4 filetti
  • Uova 2 • 380 kcal
  • Pomodori ramati 2 • 15 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai • 29 kcal
  • Aceto bianco 1 cucchiaio
  • Lattuga 4 foglie
  • Peperone giallo 1
  • Cetriolo 1 • 15 kcal
  • Cipollotto 1
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Basilico fresco q.b.
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pan bagnat è uno squisito panino originario di Nizza, conosciuto anche come panino alla nizzarda. L'origine del nome deriva da "pan banhat", cioè "pane bagnato". Si tratta di un panino imbottito realizzato con una pagnotta rotonda e croccante, tipica della zona, farcita con tonno, pomodori, olive, acciughe, uova sode e altri ingredienti poveri, tipici della cucina nizzarda. Un panino farcito simbolo dello street food della città, da gustare nelle sere d'estate, magari in riva al mare. Ma ecco come prepararlo in poche mosse.

Come preparare il pan bagnat

Mettete le uova in un pentolino con acqua fredda e cuocetele per circa 8 minuti a partire dal bollore. Una volta pronte lasciatele raffreddare, sgusciatele e tagliatele a fette (1). Lavate il cetriolo, pelatelo e tagliatelo a fette. Lavate anche le foglie di lattuga, i pomodori e il peperone, quindi tagliateli a fette (2) e a listarelle. Mattete a sgocciolare il tonno (3).

Tagliate a metà la pagnotta, eliminate la mollica e strofinate la parte interna con l'aglio e aggiungete sale e un filo d'olio. Amalgamate le verdure in una ciotola aggiungendo anche il cipollotto tagliato a fette (4), le olive denocciolate, il basilico, il tonno, olio e aceto. Trasferite la farcitura all'interno del panino con le acciughe e le uova sode a fette (5). Chiudete i panini, avvolgeteli nella carta stagnola e lasciate riposare in frigorifero per almeno un'ora. Il vostro pan bagnat è pronto per essere gustato (6).

Consigli

Potete sostituire la classica pagnotta nizzarda con una ciabattina: il risultato sarà comunque ottimo.

Per quanto riguarda la farcitura, potete aggiungere anche una manciata di capperi oppure del formaggio morbido o cremoso, per rendere ancora più ricco e gustoso il vostro pan bagnat.

Lasciate il pan bagnat in frigo, avvolto nella pellicola trasparente, almeno per un'ora: in questo modo il pane si impregnerà bene con il condimento.

Conservazione

Potete conservare il pan bagnat in frigo, avvolto nella pellicola trasparente per un massimo di 12 ore.