ingredienti
  • Per la pasta frolla
  • Farina 00 400 gr • 43 kcal
  • Farina di mandorle 150 gr • 600 kcal
  • Burro freddo 150 gr • 750 kcal
  • Tuorli 4 • 63 kcal
  • Zucchero semolato 80 gr
  • Scorza d’arancia grattugiata 1
  • Per la polvere d'arancia
  • Arance bionde non trattate 10
  • Per il ripieno
  • Grano precotto 1 Kg
  • Ricotta di pecora 400 gr • 174 kcal
  • Latte 300 ml • 43 kcal
  • Zucchero semolato 300 gr
  • Zucchero di canna 50 gr • 380 kcal
  • Limone candito q.b.
  • Arancia candita q.b.
  • Liquore all’arancia 3 cucchiai
  • Zucchero a velo per guarnire q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le mini pastiere siciliane sono una variante della classica pastiera napoletana, dolce pasquale per eccellenza, realizzato con la base di pasta frolla e un ripieno di ricotta di pecora, grano bollito nel latte, cannella, vaniglia, acqua di fiori d'arancio e canditi. In questa versione la frolla sarà realizzata con l'aggiunta di farina di mandorle e, tra gli ingredienti che doneranno alle mini pastiere il profumo di Sicilia, potrete aggiungere la polvere di arancia, che sarà mescolata allo zucchero di canna per insaporire il ripieno di ricotta e grano. Le mini pastiere potranno poi essere servite in monoporzione per deliziare i vostri ospiti.

Si narra che la pastiera, dolce famoso non solo a Napoli e in Campania, ma apprezzato in tutta Italia, fu creata dagli stessi dei, mescolando insieme i prodotti che il popolo napoletano aveva donato alla sirena Partenope, come ringraziamento del suo meraviglioso canto. Si racconta, inoltre, che il solo assaggio della pastiera fece sorridere Maria Cristina di Savoia, moglie di Ferdinando di Borbone, che era conosciuta da tutti come "la regina che non sorrideva mai". Ma ecco come preparare questa variante della pastiera che rievoca i sentori di Sicilia.

Come preparare le mini pastiere siciliane

Pelate le arance e ricavatene la scorza, eliminando la parte verde. Essiccate in forno a 70°C per circa 4 ore. Fatele riposare al coperto per una notte e frullatele fino a ridurle in polvere. Aggiungete le polvere di arancia allo zucchero di canna, che vi occorrerà per la preparazione della crema, e conservate in un barattolo per 2 giorni. Lavorate lo zucchero semolato in una ciotola con il burro freddo tagliato a pezzetti. Aggiungete un tuorlo alla volta, il sale e la scorza di arancia grattugiata. Amalgamate il tutto con le due farine setacciate, e impastate velocemente tutti gli ingredienti. Lasciate riposare l'impasto coperto con pellicola trasparente per circa un'ora. Stendetelo poi con il matterello realizzando una sfoglia di circa 1 cm di spessore. Stendete l'impasto negli stampi per tortine, con l'aiuto di un matterello.

Preparate ora il ripieno: fate bollire per pochi istanti il grano con il latte a fuoco lento, fino a quando non diventerà cremoso e denso, e lasciate intiepidire. In una ciotola lavorate la ricotta setacciata con i tuorli montati con lo zucchero. Aggiungete il liquore all'arancia e lo zucchero di canna e mescolate il tutto con il composto di grano e latte. Aggiungete arancia e limone canditi e riempite le mini pastiere. Decoratele con le strisce di frolla e cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti. Una volta pronte lasciatele raffreddare e servitele con zucchero a velo.

Consigli

Per realizzare un'ottima pasta frolla lavorate gli ingredienti velocemente e con mani fredde, per dare la giusta consistenza al composto.

Una volta pronto, potete conservare il panetto di pasta frolla il luogo fresco per un'ora oppure in frigorifero per mezz'ora.

Potete aromatizzare la pasta frolla con 4-5 bacche di cardamomo, al posto della scorza di arancia grattugiata.

Se avete poco tempo a disposizione, potete omettere la polvere d'arancia dagli ingredienti.

Conservazione

Potete conservare e mini pastiere siciliane per 4-5 giorni in frigo sotto una campana di vetro oppure a temperatura ambiente in luogo fresco e asciutto.