Il tritacarne è un elettrodomestico che ci permette di avere carne trita macinando interi pezzi di carne. Il vantaggio principale del tritacarne è che ci permette di avere carne macinata di qualità in quanto siamo noi a decidere quale tipo di carne e taglio vogliamo lavorare, cosa che non possiamo controllare quando acquistiamo il macinato al supermercato.
Tra le varie tipologie di tritacarne in commercio, la distinzione principale va fatta tra tritacarne elettrici e manuali, oltre che valutando le caratteristiche dell'elettrodomestico e la fascia di prezzo. I tritacarne elettrici sono sicuramente i modelli più diffusi perché agevolano le fasi di lavorazione della carne, riducendo i tempi di produzione del macinato. Inoltre, i tritacarne elettrici possono essere dotati di una serie di accessori che permettono di utilizzarli per la preparazione anche di verdure, sughi e biscotti. In questa guida analizzeremo tutti i fattori da tenere in considerazione per un acquisto consapevole e i migliori tritacarne del 2020.

I migliori tritacarne: classifica 2020

Ecco i migliori tritacarne in commercio scelti tra modelli elettrici e manuali e tenendo in considerazione specifiche tecniche, fascia di prezzo e le opinioni di chi ha già acquistato il prodotto.

1. Bosh

Con molte funzioni ed una serie di utili accessori, il tritacarne Bosch MFW67440 permette di lavorare, oltre a carne e salsiccia, anche pesce e verdure. Con un motore da 700 W ed una potenza di blocco di 1500 W, questo prodotto lavora fino a 3,5 kg di carne al minuto. Il corpo dell'elettrodomestico è realizzato in acciaio inossidabile, resistente e facile da pulire. I diversi dischi forniti in dotazione – da 3, 5 e 8 mm – permettono di macinare la carne in diverse grandezze, sottile, media e grossa. In dotazione anche il puntale per salsicce ed insaccati e due accessori per grattare formaggi e affettare verdure.

Pro: molto versatile, questo tritacarne si presta bene a molteplici utilizzi per la preparazione di carne, pesce e verdure.

Contro: è un elettrodomestico dalla struttura importante che necessita del giusto spazio di collocazione.

2. Kenwood

Con una potenza massima di 1600 W, il tritacarne elettrico Kenwood permette di lavorare fino a 2 kg di carne al minuto. La struttura è realizzata in metallo pressofuso con finitura spazzolata mentre i dischi sono in acciaio inox. Dotato di interruttore on/off, il tritacarne permette anche di invertire il senso di macinazione. Tra gli accessori in dotazione troviamo 3 dischi in acciaio per realizzare macinato fine, medio e grosso, due insaccatori per salsicce più uno per kebbe, oltre ad un piatto in acciaio con coperchio che si trasforma in una comoda ciotola.

Pro: buona potenza che garantisce una buona efficienza del tritacarne ed un'ottima resa in fase di macinazione.

Contro: non sono forniti in dotazione accessori per tagliare le verdure che possono comunque essere acquistati a parte.

3. Klarstein Vampir

Tritacarne elettrico dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, questo modello di Klarstein è pratico e leggero. Potenza di 600 W, il tritacarne Vampir è realizzato in metallo pressofuso e garantisce una produzione di 90 kg all'ora. Dotato di tre dischi in acciaio per la macinazione della carne, questo modello è provvisto di set per salsicce con attacco Kebbe ed un inserto per biscotti. I piedini antiscivolo migliorano la stabilità del tritacarne ed è possibile, con apposito pulsante, invertire il senso di macinazione.

Pro: struttura dal design più compatto, questo modello è pratico e più leggero, oltre ad avere un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Contro: per la preparazione di verdure e formaggi sarà necessario comprare un set di affettaverdure.

4. Aicok

Tra i tritacarne elettrici più economici, questo prodotto di Aicok è un tritacarne multifunzione che macina 1,5 kg di carne al minuto. Potenza di 800 W, il motore è realizzato in rame e metallo e lama in acciaio inossidabile. Gli accessori e le componenti che vengono a contatto con il cibo sono realizzati in materiali alimentari certificati. I dischi per la preparazione della carne permettono una macinazione fine o grossa della carne e, tra gli accessori in dotazione, sono compresi un insaccatore per salsicce ed uno per la preparazione dei kebbe. Il tritacarne è dotato di piedini antiscivolo e di protezione anti surriscaldamento che protegge il motore da sforzi eccessivi.

Pro: è tra i migliori tritacarne economici in commercio, l'ideale per un uso casalingo.

Contro: sono disponibili due dischi per la macinazione della carne rispetto ai tre dei modelli precedenti.

5. RGV Duetto Plus

Tra i modelli più ricchi di accessori, il tritacarne RGV Duetto Plus è versatile e multifunzione, ideale per un utilizzo domestico. Dalle dimensioni contenute e con piedini antiscivolo che ne migliora la stabilità, questo modello ha una potenza di 500 W con scocca realizzata in plastica e componenti in acciaio inox. Oltre ai 3 dischi per la macinazione fine, media e grossa della carne, l'RGV Duetto Plus comprende il kit per preparare passate, salse e conserve di pomodoro, un insaccatore per salsicce, un accessorio per il kubbe e 4 diversi accessori per tagliare e grattugiare verdure e formaggi. Oltre al pulsante per l'accensione e lo spegnimento, è presente anche quello per invertire il senso di macinazione.

Pro: ricco di accessori, oltre ai classici forniti in dotazione nei tritacarne, è presente anche un kit per preparare passate di pomodori e sughi.

Contro: la potenza è leggermente più bassa rispetto ad altri tritacarne ma in linea con le dimensioni del modello.

6. Metaltex

Questo di Maltex è un tritacarne manuale dotato di ventosa per fissare la macchina al piano di lavoro così da migliorarne la stabilità. Realizzato in ABS, un materiale plastico molto resistente, la manovella è realizzata in acciaio così come i due dischi per la macinazione della carne. Ideale anche per la preparazione dei biscotti grazie all'apposito accessorio.

Pro: è pratico e versatile, ideale per chi cerca un tritacarne economico ma efficace.

Contro: la dotazione di accessori non è ricca come nei modelli elettrici ma si riesce a macinare bene diverse tipologie di carne

7. Caltronic

Con una potenza minima di 550 W ed una massima che raggiunge i 1000 W, il tritacarne Caltronic offre un buon rapporto qualità/prezzo. Struttura solida in plastica con collo in metallo e inserti in acciaio inox, il tritacarne è dotato di tre dischi in acciaio per la carne, un insaccatore per salsicce, un accessorio per il kubbe oltre a quello per la preparazione dei biscotti. Molto pratico anche il vassoio in metallo per la raccolta della carne, il tritacarne è dotato di pulsante per l'inversione di rotazione.

Pro: il prezzo economico rende questo modello vantaggioso per chi cerca un tritacarne efficiente ma poco dispendioso.

Contro: gli utenti consigliano di spegnerlo dopo 20 minuti di utilizzo continuo per evitare surriscaldamenti

8. Aobosi

Design accattivante e potenza professionale, il tritacarne Aobosi ha un motore in rame con ingranaggi in metallo che raggiunge una potenza massima di 1200 watt. Macinazione veloce grazie ad una coclea a spirale, il tritacarne è dotato di 3 dischi per la carne da 3, 5 e 7 mm – utilizzabili anche per il pesce -, un insaccatore per salsicce ed un accessorio per la preparazione dei kubbe. Con doppio interruttore di sicurezza, il tritacarne si attiva solo quando entrambi i pulsanti sono posizionati su on.  Inoltre è dotato si sistema di protezione anti surriscaldamento.

Pro: tutte le componenti del tritacarne sono di facile rimozione per una pulizia accurata.

Contro: gli accessori non possono essere lavati in lavastoviglie ma con semplice acqua tiepida ed un panno umido.

9. Metaltex

Altra proposta di Metaltex, questo modello è un tritacarne manuale in alluminio con manovella in legno. È dotato di un apposito dispositivo a vite per fissare il tritacarne al piano di lavoro con piedini rivestiti in plastica per evitare di graffiare la superficie di fissaggio. Dotato di un solo disco per la carne con diametro di 4,5 mm oltre che di un insaccatore, un accessorio per la trafila dei biscotti ed un pestello.

Pro: è economico, pratico e leggero, da poter utilizzare in sicurezza e stabilità su qualsiasi superficie di lavoro.

Contro: la dotazione di accessori non è molto ricca ma sono presenti quelli indispensabili per carne, salsicce e biscotti

10. Moulinex

L'ultimo tritacarne che vi proponiamo è questo modello elettrico di Moulinex. Con una potenza minima di 500 W ed una massima di 1300 W, questo tritacarne elettrico può lavorare fino a 1,5 kg di carne al minuto grazie anche al coltello autoaffilante che assicura un macinato di qualità e prestazioni che durano nel tempo. I due dischi in acciaio inox in dotazione permettono un trito fine o grosso per le più disparate preparazioni in cucina. Molto pratico anche il passapomodoro con accessorio regolabile in altezza. Inoltre, grazie ai 4 rulli in metallo, è possibile affettare e grattugiare frutta, verdura e formaggi.

Pro: si tratta di un tritacarne versatile che si presta bene a molteplici utilizzi in cucina.

Contro: la struttura è delicata quindi è importante maneggiarla con attenzione durante l'utilizzo e le operazioni di pulizia.

Come scegliere il miglior tritacarne

Qualsiasi appassionato di cucina vorrebbe avere un tritacarne, per facilitare le operazione di macinazione ma anche per assicurarsi che la carne trita utilizzata nelle proprie preparazioni sia di qualità. Prima di acquistare un tritacarne è importante valutare una serie di caratteristiche tecniche in relazione alle proprie esigenze di utilizzo.

Economico o costoso

Il prezzo è sicuramente un fattore importante che ci aiuta ad orientarci tra i modelli. La scelta va fatta soprattutto tenendo in considerazione l'utilizzo che si intende fare del tritacarne: se abbiamo bisogno di un modello da utilizzare di tanto in tanto, un modello economico dalle dimensioni compatte e leggero potrebbe essere la scelta giusta. I tritacarne più costosi, invece, sono indicati per chi cerca un prodotto più performante per un utilizzo più intensivo. Si tratta di prodotti semi-professionali, spesso con una ricca dotazione di accessori che li rende multifunzione, e che riescono ad offrire un ottimo rapporto qualità prezzo.

Potenza

Nel caso si scelga di acquistare un tritacarne elettrico, sarà importante valutarne la potenza. Espressa in watt (W), la potenza ci indicherà la capacità di trituramento – ossia quanta carne trita riesce a produrre al minuto – ma ci darà anche una prima idea sui consumi energetici. Se da un lato una potenza maggiore renderà più veloce la preparazione della carne trita, dall'altro il nostro tritacarne elettrico consumerà più energia, andando ad incidere sulla bolletta.
I tritacarne elettrici in commercio hanno una potenza minima che va dai 400 agli 800 W ed una potenza massima di blocco che può arrivare anche a 2000 W.
La scelta della potenza va commisurata all'uso quotidiano che si farà del tritacarne e del tipo di carne da lavorare: un modello con elevata potenza permette di lavorare più rapidamente quantitativi importanti di carne e ci permetterà di triturare diverse tipologie di carne, comprese quelle con maggiori nervature.

Materiali

I tritacarne si compongono in genere di una parte centrale, che può essere più o meno grande, e due fori, uno per l'inserimento della carne e l'altro per l'uscita della carne trita. Il corpo centrale può essere realizzato in diversi materiali come l'acciaio, il metallo pressofuso o anche plastica resistente. Sia il metallo che l'acciaio offrono resistenza e facilità di pulizia ma, allo stesso tempo, appesantiscono la macchina rendendo più difficoltosi gli spostamenti. I tritacarne in plastica sono più leggeri e, a volte, di dimensioni più contenute. Per chi utilizza il tritacarne in maniera occasionale, un modello in plastica può andare bene. Se, al contrario, si presuppone un utilizzo più intenso per quantitativi di carne superiori, meglio orientarsi su modelli semi-professionali in metallo o in acciaio.
Per il collo della macchina ed in particolare tutte le componenti che vengono a contatto con gli alimenti, è meglio preferire l'acciaio, un materiale igienico, resistente e facile da pulire.

Accessori

Oltre ai dischi per la preparazione della carne trita, i tritacarne possono essere dotati di ulteriori accessori tanto da renderli macchine multifunzione. Ovviamente, un modello più accessoriato avrà un costo leggermente più elevato rispetto ad un modello di base.
I dischi sono sicuramente l'accessorio più importante: dopo che le lame avranno macinato la carne, sarà il passaggio attraverso i dischi a determinare lo spessore del macinato. Quasi tutti i modelli di tritacarne sono provvisti di 2 o 3 dischi intercambiabili che permettono di avere un macinato fine, medio o grosso in base allo spessore dei fori.
Dopo i dischi, un altro accessorio immancabile anche nei modelli base è l'insaccatore per la preparazione delle salsicce. Alcuni modelli possono disporre di due insaccatori: uno più grosso ed uno più piccolo per realizzare salsicce di diverse dimensioni.
Altri accessori opzionali permettono di utilizzare il tritacarne anche per la preparazione di verdure, formaggi e sughi:

  • Kebbe: quasi tutti i tritacarne hanno in dotazione l'accessorio per la preparazione dei kebbe, un piatto libanese molto simile nella forma alle nostre polpette;
  • Accessorio per grattugiare: molto utili per la preparazione di verdure e formaggi, in alcuni modelli vengono fornite in dotazione 2 o 3 diverse lame per affettare o grattugiare in maniera grossolana o più fine formaggi o anche frutta secca;
  • Passapomodoro: sono pochi i modelli di tritacarne che includono nella loro dotazione il passapomodoro, un accessorio molto utile per la preparazione di sughi e conserve:
  • accessorio per i biscotti: presente soprattutto nei modelli manuali, questo accessorio permette di realizzare biscotti con diverse trafile;
  • vassoio: quasi tutti i tritacarne sono dotati di un vassoio o ciotola dove poggiare la carne prima della lavorazione o dopo;
  • pestello: molto utile per spingere la carne all'interno del collo del tritacarne, operazione che non deve essere svolta per nessuna ragione con le mani.

Manutenzione

Altro aspetto da valutare è la facilità di manutenzione e pulizia del tritacarne. Un modello più semplice da pulire sarà sicuramente smontabile nella maggior parte dei suoi componenti, così da poterli lavare singolarmente con acqua corrente o in lavastoviglie, se consigliato dal produttore. Il corpo principale della macchina, quello dove è presente il motore nei modelli elettrici, dovrà essere pulito semplicemente con un panno umido.
Dopo ogni utilizzo è importante eliminare ogni residuo di alimento sia dagli accessori che dalle componentistiche della macchina per mantenere impeccabili le condizioni igieniche del tritacarne e garantirne la durabilità nel tempo.