I minipimer, o frullatori ad immersione, sono degli elettrodomestici da cucina che tritano o frullano cibi, sia cotti che crudi. La maggior parte dei modelli presenti in commercio sono formati dall'impugnatura, dove spesso si trova il motore, dalla gamba, la parte più lunga che si aggancia direttamente dall'impugnatura e dal piede, dove si trova la lama.

Grazie ai numerosi accessori spesso in dotazione, è possibile lavorare numerosi ingredienti e sfruttare il minipimer non solo come frullatore ad immersione, ma anche come tritatutto, passaverdure o grattugia, ad esempio.

Sebbene in vendita si trovino numerosi modelli di minipimer, quelli di marchio Braun sono i primi ad essere stati brevettati e ad essere immessi nel mercato nel 1959, quando il designer industriale Gabriel Lluelle percepì l'esigenza di avere in cucina un frullatore che fosse leggero, facile da maneggiare, pratico da spostare da un ambiente all'altro e che potesse svolgere diverse funzioni.

Anno dopo anno, sono stati prodotti da Braun dei minipimer ad alto livello tecnologico. Le tecnologie più importanti ed innovative che sono proprie di questo prodotto sono la Active Blade e la PowerBell. Con la tecnologia Active Blade, le lame non si limitano a ruotare, ma riescono a muoversi anche in verticale, sia dall'alto verso il basso che viceversa. La tecnologia PowerBell, invece, consente di avere una miscela più compatta. Grazie a queste due tecnologie, è possibile lavorare gli ingredienti più rapidamente e maniera più omogenea, riducendo al minimo gli schizzi. Ma i minipimer Braun si differenziano dagli altri anche perché consentono di scegliere tra diverse velocità di lavorazione: la scelta è veramente molto ampia, un minipimer può avere anche 20 diverse velocità.

Altro fattore importante, riguarda la manutenzione. I minipimer Braun sono facili da pulire. Le lame e gli accessori in acciaio inox possono essere lavati in lavastoviglie.

Dal momento che in commercio esistono diversi modelli di minipimer Braun, abbiamo deciso di stilare una lista contenente i 10 modelli più apprezzati dagli utenti che hanno acquistato online e che hanno il miglior rapporto qualità/prezzo. Scopriamoli insieme.

I migliori minipimer del 2020

Ogni modello di minipimer si adatta ad una specificazione esigenza. Per scegliere quello giusto bisogna prestare attenzione alle differenze tecniche. Per questo motivo, abbiamo pensato che un primo passo potesse essere quello di selezionare alcuni tra i modelli in vendita. Tra tutti, ve ne proponiamo 10, che sono quelli più richiesti dagli utenti, quelli più competitivi in base al rapporto qualità/prezzo e quelli con le migliori recensioni.

Minipimer Braun MQ 9047

Il minipimer Braun MQ 9047 è molto apprezzato perché è dotato della tecnologia ACTIVEBlade, che riduce al minimo lo sforzo necessario per lavorare gli ingredienti, facendo oscillare verticalmente le lame quando incontrano un ostacolo. In dotazione ci sono numerosi accessori: un robot da cucina da 1,5 litri, una frusta a filo, un accessorio schiaccia patate e passaverdure, un minitritatutto da 350 millilitri, un bicchiere graduato da 600 millilitri in plastica senza BPA. La tecnologia SmartSpeed riesce a regolare la potenza autonomamente durante la lavorazione. Misura  6,8 x 6,8 x 41 centimetri. Grazie alla funzione PowerBell Plus la miscelazione è più rapida ed efficace. Il motore ha una potenza di 1000 watt.

Potenza: 1000 watt

Pro: il prodotto è molto funzionale e prestante. Inoltre, durante la lavorazione è molto silenzioso, non disturba chi lo sta utilizzando.

Contro: alcuni utenti suggeriscono di prestare attenzione al tappo del tritatutto: bisogna pressare bene per assicurarsi che sia effettivamente chiuso.

Minipimer Braun MQ 100

Il minipimer Braun MQ 100 è provvisto di motore da 450 watt. Misura 10,2 x 15 x 20,3 centimetri e ha dimensioni compatte; non occupando molto spazio, può essere lasciato esposto sul piano della cucina. La tecnologia PowerBell garantisce una  miscelazione veloce, mentre la tecnologia OneTouchSpeed permette di usare il mixer anche con una sola mano. Nella confezione troverete in dotazione anche un bicchiere graduato da 600 millilitri in plastica senza BPA. Sia il frullatore che il bicchiere sono lavabili in lavastoviglie. È bianco ed elegante, adatto a diventare anche un pezzo d'arredo per le cucine con un design moderno.

Potenza: 450 watt

Pro: questo prodotto è apprezzato perchè ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Grazie al bicchiere in dotazione, i vostri preparati saranno già pronti per essere conservati.

Contro: questo modello non è dotato di un grande numero di accessori, ma è possibile acquistarli separatamente.

Minipimer Braun MQ 700 soup

Il minipimer Braun MQ 700 soup è un frullatore ad immersione adatto a coloro che hanno bisogno di un modello di media potenza, intuitivo e non troppo ricercato. Nella confezione è compreso un bicchiere graduato da 600 millilitri. Grazie alla funzione SmartSpeed è possibile impostare una velocità e poi lasciare che il dispositivo proceda autonomamente. È pensato per non sporcare e ridurre al minimo i danni in cucina: per questo motivo, il suo design, oltre ad essere semplice ed elegante per adattarsi ad ogni tipo di arredamento, è antischizzo. Misura 10 x 5,7 x 39,6 centimetri ed ha una potenza di 750 watt.

Potenza: 750 watt

Pro: questo modello di minipimer ha un sistema di sicurezza molto efficace, grazie al quale i rischi durante il suo utilizzo saranno molto ridotti.

Contro: alcuni utenti sostengono che la base di questo minipimer sia meno salda di quella di altri modelli, ma è comunque stabile.

Minipimer Braun MQ 735

Il minipimer Braun MQ 735 è dotato di motore da 750 watt, che consente di avere risultati veloci e ottimali. La potenza è regolabile con un solo click, grazie alla tecnologia SmartSpeed. La tecnologia SmartSpeed consente di ottenere una miscela rapida e omogenea. Nella confezione sono compresi, oltre al minipimer, una frusta a filo, un tritatutto in plastica con una capacità di 500 millilitri e un bicchiere graduato da 600 millilitri. Misura 10 x 5,7 x 39,6 centimetri. Proprio come per il modello precedente, il design è stato pensato per rendere l'elettrodomestico anche un pezzo d'arredo per la cucina.

Potenza: 750 watt

Pro: grazie alla potenza del prodotto e al numero di accessori in dotazione, è possibile dare libero sfogo alla propria fantasia in cucina, senza porsi alcun limite.

Contro: alcuni utenti sostengono che il corpo del minipimer sia poco agevole da staccare, ma tutto dipende dalla volontà del produttore di garantire il massimo della sicurezza durante l'utilizzo.

Minipimer Braun MQ 3020

Il minipimer Braun MQ 3020 si avvale di un motore da 700 watt, che consente di ottenere risultati rapidi e impeccabili, anche grazie allo sfruttamento dell'avanzata tecnologia PowerBell Plus. Invece, grazie alla tecnologia SplashControl anti-schizzo, ai piatti prelibati si assocerà una cucina sempre in ordine e pulita. È possibile scegliere tra due diverse velocità, a seconda della consistenza che si vuole dare al composto che si sta preparando. Nella confezione sono presenti un bicchiere in plastica BPA con una capienza di 600 millilitri e un minitritatutto da 350 millilitri. Grazie al sistema EasyClick sostituire gli accessori è facile e intuitivo. Misura 5,3 x 5,3 x 37,5 centimetri.

Potenza: 700 watt

Pro: gli accessori, oltre ad essere facili da sostituire, sono anche semplici da pulire. Utilizzarlo e rimetterlo a posto non porterà via più tempo del dovuto.

Contro: alcuni utenti sostengono che le lame sembrano essere sottili, ma sono state utilizzate per sminuzzare anche le nocciole senza danno alcuno.

Minipimer Braun MQ 5000

Piede e campana in acciaio inox anti-schizzo Potenza 750 W con 21 velocità Bicchiere da 600 ml Tecnologia brevettata di miscelazione PowerBell per risultati migliori e più precisi Piede e campana in acciaio inox anti-schizzo Potenza 750 W con 21 velocità Bicchiere da 600 ml Tecnologia brevettata di miscelazione PowerBell per risultati migliori e più precisi

Il minipimer Braun MQ 5000 è dotato di piede e campana in acciaio inox, che garantiscono stabilità e riducono il rischio di scivolamento del frullatore durante l'utilizzo e, quindi, di danni. È progettato in modalità anti-schizzo. Raggiunge i 750 watt di potenza. La tecnologia PowerBell garante di potenza stabile è associata alla possibilità di scegliere tra 21 diverse velocità di lavorazione: il passaggio da una potenza all'altra è facile e intuitivo, è possibile farlo con una mano sola, tramite un semplice click. Nella confezione è presente un bicchiere graduato con una capienza massima di 600 millilitri, per conservare i vostri preparati senza sporcare un altro contenitore. Misura 5,7 x 10 x 46 centimetri.

Potenza: 750 watt

Pro: oltre ad essere potente, il prodotto è anche altamente silenzioso. Potete utilizzarlo anche mentre chiacchierata, guardate la tv o sentite la musica.

Contro: alcuni utenti sottolineano che la presa non è compatibile con quella italiana; per farla funzionare, è sufficiente procurarsi un adattatore.

Minipimer Braun MQ 5035

Il minipimer Braun MultiQuick 5 Vario MQ 5035 Sauce è un frullatore ad immersione che raggiunge i 750 watt di potenza. Nella confezione sono compresi una frusta, un bicchiere graduato da 600 millilitri e un tritatutto in plastica con capienza massima 500 millilitri. Grazie alla tecnologia PowerBell Plus potrete scegliere tra 21 diverse velocità di miscelazione pigiando un solo tasto. L'elettrodomestico è leggero e facile da gestire anche con una mano. Il design anti-schizzo permette di avere la cucina sempre in ordine. Misura 25,4 x 25,4 x 39,9 centimetri; oltre ad avere dimensioni compatte, è realizzato con un design elegante, conferito dalla laccatura bianca.

Potenza: 750 watt

Pro: grazie alle 21 velocità di lavorazione tra cui scegliere, è facile ottenere un risultato ottimale di alta qualità e ogni piatto potrà essere curato nel dettaglio.

Contro: alcuni utenti sottolineano che il tappo del tritatutto non abbia il dispositivo di sicurezza, ma la chiusura è comunque precisa e ben fatta.

Minipimer Braun MQ 545

Il frullatore Braun MQ 545 monta, sbatte, mixa, frulla, passa e sminuzza grandi e piccole quantità di alimenti.  Nella confezione sono compresi una frusta, un bicchiere graduato con capienza 600 millilitri, un tritatutto da 350 millilitri e un tritatutto da 1,25 litri. La struttura è realizzata in plastica resistente e il frullatore è costituito di acciaio inossidante. Raggiunge una potenza massima di 600 watt ed è pensato con un design anti-schizzo. Misura 5,6 x 5,6 x 38,1 centimetri. Offre la possibilità di scegliere tra due velocità, a seconda del tipo di alimento che bisogna lavorare.

Potenza: 600 watt

Pro: la presenza di accessori di diversa capienza garantisce la possibilità di gestire diverse quantità di cibo, a seconda delle esigenze.

Contro: questo prodotto è l'ideale per chi ha bisogno di un minipimer non impegnativo, da usare con frequenza limitata.

Minipimer Braun MQ 3025

Il minipimer MQ Braun 3025 permette di avere risultati di grande qualità in poco tempo, grazie alla presenza del motore da 700 watt e la tecnologia brevettata PowerPlus. Inoltre, la tecnologia SplashControl consente di evitare che le miscele schizzino, sporcando e rovinando il piano da lavoro e le pareti intorno. Essendo un frullatore ad immersione Dual Speed Control, permette di selezionare una tra due velocità possibili e fare in modo che resti impostata per tutto il tempo della lavorazione automaticamente. La parte del frullatore che entra in contatto con gli alimenti è in acciaio inox. In dotazione ci sono un minitritatutto da 350 ml, una frusta a filo in acciaio inox e un bicchiere graduato da 600 ml in plastica senza BPA.

Potenza: 700 watt

Pro: questo frullatore è molto veloce, permette di ottenere risultati senza perdere molto tempo. Inoltre, è anche molto pratico e facile da pulire.

Contro: fino a questo momento, nessun utente ha esposto lamentele riguardo al funzionamento del prodotto.

Minipimer Braun Patisserie Plus

Il minipimer Braun Patisserie Plus ha un motore da 750 watt che, associato alla tecnologia SmartSpeed e alla tecnologia PowerBell, permette di ottenere risultati di qualità in tempi brevi. Nella confezione sono inclusi una frusta a filo in acciaio inox, un robot all-in-one da 1,5 litri, un mini-tritatutto da 350 millilitri e un bicchiere da 600 millilitri. Misura 30,5 x 30,5 x 40,6 centimetri. È possibile scegliere tra diverse velocità, passando dall'una all'altra semplicemente con la pressione delle dita. L'impugnatura del minipimer è realizzata con un materiale particolarmente morbido, che assicura comodità di presa e di controllo. Il pulsante di sicurezza è più che efficace, grazie all'illuminazione led di cui è provvisto: quando la sua luce diventa verde, è possibile attivare la tecnologia Smart Speed​​ e cominciare ad utilizzare il minipimer. Il risultato di qualità è garantito anche dalle lame in acciaio inox.

Potenza: 750 watt

Pro: il prodotto è effettivamente rapido e permette di sminuzzare e triturare qualsiasi tipo di alimento, per accontentare tutti i palati in qualsiasi momento.

Contro: stando all'esperienza di alcuni utenti, questo minipimer è realizzato con materiali meno resistenti rispetto a quelli di altri modelli, seppur di buona fattura.

Come scegliere il miglior minipimer

Tutti i modelli di minipimer sono tecnologici e performanti. Ma non sono tutti uguali. Per decidere qual è il modello su misura per noi, dobbiamo considerare il numero degli accessori. Tenete presente che il numero degli accessori in dotazione fa variare non solo la qualità dell'elettrodomestico, ma anche il prezzo. Considerate bene, quindi, come andrete ad utilizzarlo. Se non siete degli amanti della cucina e avete intenzione di utilizzare il minipimer in maniera saltuaria, potreste accontentarvi di un modello base, che comprende il minipimer e un bicchiere graduato da utilizzare anche come contenitore.
Se, invece, vi piace cucinare e sperimentare ricette, per voi e per i vostri bambini, potreste puntare ad un modello pluriaccessoriato, che comprende anche una frusta, un tritatutto e contenitori di diversa misura, per conservare una quantità maggiore di preparati.

Un'ulteriore distinzione può essere fatta considerando le velocità. Il minipimer appartenente al top della gamma permette di scegliere fino a 20 velocità diverse; ma, se non avete intenzione di utilizzarlo per ricette sofisticate, potrebbero non esservi utili. In questo caso, potete puntare ad un minipimer di primo livello, con velocità standard o con una scelta più limitata.

Oltre alla presenza di accessori e alla velocità, scopriamo insieme quali sono gli altri fattori da considerare prima di acquistarne uno e, in particolare, ci focalizzeremo su: alimentazione, potenza, lame, silenziosità, velocità, impugnatura, peso ed ingombro. Analizziamoli insieme uno per uno.

Alimentazione

In commercio esistono tipologie di minipimer che si differenziano anche in base al funzionamento che può essere a corrente elettrica o a batterie ricaricabili. I primi modelli, che funzionano attraverso un cavo, sono ovviamente più potenti e, di conseguenza, più performanti rispetto ai secondi. Potendo essere attivati solo attraverso una presa della corrente, nel momento in cui si sceglie di acquistare un modello di questo tipo è necessario assicurarsi che la lunghezza del cavo sia tale da permettere di utilizzarlo liberamente in qualsiasi punto della cucina. In linea generale, un filo non dovrebbe mai essere più corto di un metro e mezzo, anche se, in ogni caso, è possibile utilizzare delle prolunghe. I minipimer a batterie ricaricabili sono sicuramente meno "impegnativi" da utilizzare perché non creano intralcio con i cavi, ma bisogna ricordarsi di tenerli perennemente in carica per evitare di trovarli scarichi quando occorrono.

Potenza

Un altro elemento molto importante da valutare è la potenza, dal momento che determina inevitabilmente l'efficacia dell'elettrodomestico, la velocità e la capacità di lavorare diverse tipologie di ingredienti. In linea generale possiamo affermare che un buon minipimer dovrebbe avere una potenza che oscilli tra i 400 W e i 700 W. Il suggerimento è quello di non scegliere un elettrodomestico che abbia una potenza inferiore ai 400 W per non correre il rischio di acquistarne uno che non funziona con i cibi duri.

Lame

Sono le componenti fondamentali di questo elettrodomestico e, per questo motivo, è preferibile scegliere un modello che abbia lame in resistente acciaio inossidabile. Queste, infatti, devono essere necessariamente resistenti non solo perché vengono a contatto anche con alimenti molto duri, ma anche perché devono resistere anche al contatto con alimenti caldi o al calore che si genera naturalmente con l'attività del minipimer. Specifichiamo che in commercio ci sono anche modelli più economici dotati di lame di plastica che, sebbene affidabili, non sono ovviamente resistenti come quelle in acciaio inox.

Silenziosità

Come tutti i robot da cucina, anche i minipimer possono essere più o meno silenziosi, a seconda del modello. Tutto dipende dalla potenza del motore perché maggiore  sarà la potenza, più alto sarà il livello di rumorosità. Per quanto riguarda questa caratteristica, quindi, tutto dipende dalle esigenze personali e dal tipo di utilizzo che si intende fare di questo elettrodomestico.

Impugnatura

Per ovvi motivi è necessario valutare attentamente l'impugnatura del minipimer che si intende acquistare in modo tale da poterlo utilizzare comodamente. Suggeriamo, quindi, di controllare che la forma dell'impugnatura agevoli la presa e che sia anche rivestita di materiale antiscivolo. Anche per quanto riguarda la posizione dei tasti è bene assicurarsi che siano posizionati in modo tale da essere facilmente raggiungibili durante l'utilizzo.

Peso

In linea generale tutti i minipimer hanno un peso tale da consentire agli utenti di poterli utilizzare senza particolari complicazioni e, di conseguenza, sono tutti abbastanza leggeri e maneggevoli. Anche in questo caso tutto dipende dalle esigenze personali e, per questo motivo, è sempre utile tenere conto delle proprie esigenze personali.

Dimensioni

Anche se solitamente sono tutti progettati in modo tale da avere delle dimensioni compatte e facilmente adattabili a qualsiasi spazio, anche in questo caso è utile valutare bene dove posizionare il minipimer prima di acquistarne uno e verificare se le misure del modello scelto non siano troppo ingombranti. Anche in questo caso tutto dipende dalle esigenze personali.

Facilità di pulizia

Essendo un elettrodomestico che si utilizza a contatto con il cibo è necessario pulirlo accuratamente ogni volta che viene utilizzato in ogni sua parte, soprattutto le lame, dove facilmente restano i residui. Quelle in metallo possono essere lavate sia a mano che in lavastoviglie, mentre quelle in plastica non sempre possono essere lavate in lavastoviglie e bisogna attenersi alle indicazioni contenute nelle istruzioni. Per quanto riguarda l'impugnatura, invece, basta semplicemente pulirla con un panno umido.