ingredienti
  • Pesche 1 Kg • 380 kcal
  • Zucchero 250 gr • 380 kcal
  • Succo di limone 1 • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La marmellata di pesche  è una conserva gustosa e versatile da tenere sempre in dispensa. Si può preparare con tutte le qualità di pesche presenti durante la stagione estiva:  pesche gialle sia pesche bianche, ma anche noci pesche.

Per preparare la confettura di pesche vi serviranno solo 3 ingredienti: pesche, zucchero e limone. Può essere spalmata sul pane tostato e le fette biscottate, per la colazione o la merenda, oppure utilizzata per la preparazione di crostate, torte e dessert anche invernali  come lo strudel di pesche.

Se amate i sapori più particolari, potete provate anche la confettura di pesche e amaretti. Oppure, quando la frutta è molto matura, potete anche decidere di realizzare una confettura di pesche con la buccia.

Se le dosi di zucchero vi sembreranno eccessive, potrete optare per una marmellata di pesche con poco zucchero o addirittura completamente senza zucchero: le pesche infatti hanno un sapore particolarmente dolce e una consistenza vellutata, il risultato non sarà amaro, pur non aggiungendo lo zucchero o dimezzandone le dosi. Ricordate tuttavia che una confettura o una marmellata senza zucchero avranno difficoltà a gelificare, quindi potreste dover aggiungere in preparazione anche una mela, ricca di pectina, oppure il fruttapec, l’apposito gelificante per marmellate.

Insieme alle compagne estive più tipiche, come la confettura di fragole e la marmellata di limoni, sarà la conserva ideale per la merenda nei giorni più caldi.

Con le dosi della ricetta otterrete circa 600 gr di marmellata. Vi lasciamo al procedimento per una marmellata di pesche facile, veloce, dolce e gustosa.

Come preparare la marmellata di pesche in casa

Sciacquate le pesche mature sotto acqua corrente, pelatele ed eliminate il nocciolo (1). Tagliate la frutta a cubetti e mettetele in una pentola capiente con lo zucchero e il succo di limone. Mescolate e lasciate macerare per almeno 6-7 ore in un luogo fresco(2).

Sistemate la pentola sul fuoco e portate ad ebollizione mescolando ogni tanto. Lasciate bollire per circa 45 minuti, o fino a quando non avrà raggiunto i 108°C. Per evitare che la vostra marmellata di pesche risulti opaca, schiumate il composto durante la cottura: vi basterà sollevare la schiuma con un mestolo. Verificate la consistenza della marmellata mettendone un cucchiaino su un piatto freddo e inclinandolo la confettura: dovrà aderire senza scivolare via.

Sterilizzate i barattoli secondo le direttive del Ministero della Salute, così da averli disponibili una volta terminata la preparazione. Versate la marmellata dapprima in un ciotola, per bloccare la cottura, e poi nei vasetti sterilizzati, lasciando 1 cm dal bordo (3). Chiudete bene i tappi e lasciate raffreddare o, in alternativa, potete sistemarli a testa in giù per far formare il sottovuoto.

Conservazione

Potete conservare la marmellata di pesche per 3 mesi circa in luogo fresco, asciutto e al riparo dal sole. Una volta aperto il vasetto potete conservarlo in frigo per 4 giorni al massimo. Prima di consumare la vostra confettura aspettate almeno 2-3 settimane.

Consigli

Se non disponete di un luogo fresco in cui far macerare le pesche con lo zucchero, mettetele in una ciotola capiente, coprite con pellicola trasparente e fate riposare in frigo, sempre per 6-7 ore, o comunque non più di 12 ore.