ingredienti
  • Cane di manzo 1 kg
  • cipolle bianche 120 g
  • Carote 110 g • 21 kcal
  • Sedano 2 coste • 21 kcal
  • Alloro 3 foglie
  • Pepe nero qb • 79 kcal
  • Timo 1 rametto • 0 kcal
  • Chiodi di garofano 3
  • Sale grosso 15 g
  • Acqua 4 l • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Si dice che Napoleone Bonaparte arrivasse sempre ai banchetti con estremo ritardo, costringendo i suoi commensali ad abbuffarsi di cibo in fretta e furia. Sulle sue tavole, non solo le amatissime zuppe, ma anche un piatto d'eccezione: il manzo bollito. Era il 5 maggio 1821, Napoleone morì durante il suo esilio sull'isola di Sant'Elena.

Il manzo bollito era un piatto povero, tipico della cucina contadina francese. Oggi è molto apprezzato in tutta Italia, soprattutto nelle regioni del nord, come Piemonte ed Emilia Romagna, che hanno elaborato nel tempo le loro ricette del bollito. In genere viene servito d'inverno, perché caldo e ricco di brodo, ma per le sue caratteristiche nutrienti è l'ideale per tutte le stagioni.

Come ottenere allora un bollito di manzo sugoso e saporito? Innanzitutto occorre scegliere il giusto taglio di carne. La cottura è altrettanto importante, il manzo deve insaporirsi insieme alle verdure, erbe aromatiche e spezie. Ben diverso dal manzo lesso, il manzo bollito deve cuocere molto lentamente e a lungo, in un brodo saporito. Ecco allora come preparare il bollito di manzo, gustoso e nutriente.

Come preparare il manzo bollito

Per gli aromi del bollito, pelate la cipolla e infilzate i chiodi di garofano. Preparate un mazzetto di odori, con il timo e l'alloro, legati con uno spago. Lavate e pelate le carote, spuntate il sedano e il sedano.

Riempite un tegame alto da cucina con 4 litri d'acqua. Versate le verdure, aggiustate di sale e portate a bollore.

Prendete il taglio di carne e legatelo con dello spago, in modo che in cottura non perda la sua forma. Aggiungetelo al brodo bollente. Aiutandovi con un colino, eliminate eventuali residui della carne che affioreranno in superficie. Aggiungere il pepe e lasciate cuocere, a fuoco basso, per circa 3 ore.

Controllate la cottura del bollito con una forchetta o un mestolo appuntito. Una volta pronto, scolatelo su un tagliere ed eliminate lo spago. Tagliate la carne a fette e servitele in un piatto, irrorandola con il brodo alle verdure.

Consigli

Scegliete un buon taglio per preparare il bollito. Quelli ideali sono il petto, la polpa della spalla e la sottospalla, la pancia e i muscoli anteriori e posteriori. Se vi piace, per un bollito saporito potete aggiungere anche la lingua del manzo.

Per un bollito morbido, è importante una cottura lenta e a fuoco molto basso. Con una fiamma troppo viva, il brodo tenderebbe ad asciugarsi e la carne a seccarsi.

Conservazione

Potete conservare il bollito per un paio di giorni, in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, oppure nella sua pentola di cottura con il coperchio. Il bollito si può congelare, ma è importante che abbiate utilizzato ingredienti freschi.

In alternativa, potete conservare anche soltanto il brodo: filtratelo con un colino per eliminare gli eccessi di carne o di odori. Potete conservarlo in frigo, oppure congelarlo utilizzando degli stampini per ghiaccio, come fossero mono porzioni.