Le 5 migliori padelle in rame: classifica e guida 2022

Le padelle in rame sono ideali da usare in cucina per preparazioni lunghe che richiedono una cottura a temperatura costante e a fiamma bassa. Il rame è uno dei migliori conduttori termici e permette l'omogenea distribuzione del calore nella padella, evitando che i cibi si attacchino o si brucino. Nella nostra guida vi mostriamo le migliori padelle in rame selezionate in base a marca, tipo di rivestimento e dimensioni.

A cura di Quale Compro Team
6
Immagine

Le padelle in rame assicurano una cottura omogenea dei cibi grazie alla rapida distribuzione del calore. Il rame infatti è un ottimo conduttore termico, caratteristica che rende queste stoviglie particolarmente versatili, da utilizzare soprattutto per cotture lunghe e preparazioni a fiamma lenta che hanno bisogno di una temperatura costante.

Tra i pregi delle padelle in rame troviamo sicuramente la capacità di diffondere e mantenere il calore, la resistenza agli shock termici e la facilità di pulizia. Il rame, però, non può entrare in contatto diretto con il cibo, quindi assicuratevi che le padelle scelte abbiamo un rivestimento in materiali atossici e sicuri per l'uso alimentare, come stagno, acciaio, alluminio o titanio.

Il rame, molto diffuso nelle cucine delle nostre nonne, viene utilizzato ancora oggi dai migliori marchi del settore, come il brand italiano Agnelli, per realizzare nuove linee di padelle in rame professionali dal design vintage.

In commercio sono disponibili diversi modelli che si differenziano per tipologia, rivestimento -che può essere in acciaio, stagno ceramica o titanio, dimensioni e spessore del fondo.

Nella nostra guida abbiamo individuato le migliori padelle in rame in base a qualità del prodotto, sicurezza dei materiali e facilità di pulizia.

Le 5 migliori padelle in rame

Per aiutarvi nella scelta del modello più giusto per le vostre esigenze abbiamo individuato le padelle in rame migliori disponibili in commercio con relative caratteristiche tecniche.

1. Agnelli padella in rame stagnato a mano

Immagine

Una padella in rame con diametro 28 centimetri della linea Agnelli che riprende la linea delle pentole antiche della tradizione fatte in rame stagnato.

Il massimo della qualità artigianale Made in Italy è racchiuso nella padella in rame Agnelli, sottoposta ad un meticoloso processo di stagnatura a mano.

Ha un manico tubolare in ottone con foro, in modo da poterla sia riporre nei mobili che appenderla ai ganci per tenerla a vista. Lo spessore del fondo di 5 mm permette di non far attaccare le pietanze durante la cottura, inoltre l'altezza di 7.8 cm è perfetta anche per far saltare i cibi in padella, evitando gli schizzi.

2.  Agnelli padella in rame martellato stagnato

Immagine

Questa padella in rame firmata Agnelli è un altro fiore all'occhiello del brand. Si tratta di un modello in rame martellato stagnato a mano con manico in ottone. Resistente e durevole, la padella ha un diametro di 28 cm. Si consiglia di non sottoporre il prodotto alle temperature troppo elevate e di cucinare a fiamma medio-bassa. Per preservare la qualità unica di questo materiale, si consiglia di lavare la padella a mano e di ristagnarla periodicamente.

3. Mauviel M'250B padella in rame e acciaio

Immagine

La padella piccola Mauviel da 20 cm realizzata in rame e acciaio inox, con manico bronzo.

Il fondo ha uno spessore di 2,5 mm pensato per la migliore diffusione e distribuzione del calore all'interno della padella.

4. De Buyer InoCuivre pentola in rame e acciaio inox

Immagine

Il modello InoCuivre di De Buyer è una padella in rame con interno in acciaio inox e spessore 2 mm.

Essendo alta permette riesce a riparare il fornello da schizzi di cibo.

5. Mauviel 6113

Immagine

Infine, vi presentiamo la padella in rame di Mauviel. Questo prodotto Made in France da 26 cm di diametro unisce due materiali. Esternamente è realizzato in rame, mentre all'interno è in acciaio inox, garantendo conducibilità termica e versatilità allo stesso tempo. La maniglia è in acciaio inossidabile lucidato.

Come scegliere le padelle in rame

Le stoviglie in rame consentono dunque preparazioni lunghe che richiedono una cottura a temperatura costante e a fiamma bassa.

Il rame è un materiale perfetto perché riesca a distribuire in modo omogeneo il calore e mantenere una temperatura costante della padella, impedendo ai cibi di bruciarsi o attaccarsi al fondo.

In effetti, le padelle in rame professionali, sono molto apprezzate dagli chef proprio per le proprietà di questo metallo. Basti pensare che il rame ha una conduzione termica 10 volte superiore alle stoviglie in acciaio inox.

Rappresentano dunque l'alleato ideale in cucina per fare degli ottimi risotti, cuocere lo spezzatino e molte altre pietanze.

Vediamo perciò quali sono i fattori di scelta da considerare prima di acquistare la padelle in rame giusta.

Rivestimento

Una delle caratteristiche fondamentali delle padelle in rame è proprio il rivestimento che evita che il rame entri a contatto diretto con il cibo. Tra i materiali più sicuri utilizzati in cucina e per la realizzazione delle pentole in rame troviamo:

  • Lo stagno è un materiale ottimo per il rivestimento delle padelle in rame perché ha un punto di fusione molto elevato, che non intacca le naturali prestazioni termiche del rame. Lo stagno, tuttavia, è anche molto delicato, ma, in caso di usura, sarà possibile effettuare la stagnatura del rivestimento protettivo.
  • L'acciaio inox è un rivestimento molto robusto e resistente che assicura una maggiore longevità della padella in rame. Non avendo una conducibilità termica molto alta tende a diminuire le prestazioni di conduzione del calore del rame. L'alternativa rame misto ad acciaio inox però è quella preferita dagli chef professionisti, che ne fanno un uso molto più frequente.
  • Scegliere il titanio, invece, significa prolungare la durata delle padelle in rame, aumentarne le proprietà antiaderenti del fondo in modo da poter pulire la padella più facilmente ed evitare di far attaccare i cibi.
  • La ceramica è uno dei materiali più sicuri da utilizzare in cucina perché è atossico e non è poroso. Molto apprezzato come rivestimento delle padelle per la sua resistenza ai graffi.
  • Ottime prestazioni di conducibilità termica e distribuzione uniforme del calore per i rivestimenti in alluminio. Questo materiale evita che si formino punti di surriscaldamento nella padella e favorisce una cottura omogenea degli alimenti.

Dimensioni

Le padelle in rame sono stoviglie qualitativamente pregiate e per questo hanno un costo più elevato di altre. Prima di acquistarne una, perciò, valutate bene l'ampiezza.

In caso di cotture di grandi quantità di cibi come verdure o carne è meglio propendere per diametri superiori tra i 26 cm a 28 cm, se invece siamo orientati a preparazioni più piccole come omelette e frittate andranno bene anche formati più piccoli (20, 22, 24 cm).

Altezza

Altro fattore è l'altezza del bordo che può variare in base al modello scelto.

I bordi più alti sono i migliori per evitare schizzi sui fornelli e sono indicati per preparare frittate alte o far saltare le pietanze in padella.

Quelli più bassi sono perfetti per cucinare la carne e cuocere alimenti non troppo voluminosi.

Spessore e fondo

Lo spessore medio per una buona padella in rame è 2,5 mm, questa caratteristica riesce a migliorare la conducibilità del calore data dal rame.

Il fondo deve essere antiaderente in modo da diffondere correttamente il calore evitando che gli alimenti si attacchino o si brucino. Acquistando padelle in rame antiaderenti riuscirete sia ad ottenere migliori risultati in cucina che a pulire con più facilità la stoviglia, senza dover grattare via i residui di cibo.

Assicuratevi che il fondo della padella sia preferibilmente antigraffio, quelli più resistenti hanno un triplo strato e sono realizzati in titanio.

Facilità di pulizia e manutenzione

Come detto quelle con rivestimento antiaderente sono molto più semplici da pulire e smacchiare. Al momento dell'acquisto valutate se il modello scelto può essere lavato in lavastoviglie, in caso possedeste questo prezioso elettrodomestico.

In caso in cui non fosse possibile il lavaggio in lavastoviglie, lavate la padella con acqua tiepida e asciugatela prima di riporla con un panno morbido, in modo da non danneggiarla.

Ci sono poi alcuni consigli da seguire per far durare di più le padelle in rame ed evitare di danneggiarle.

In generale è bene non utilizzare la retina, o spugnette in lana d'acciaio, per scrostare la padella né detergenti per i piatti troppo aggressivi. In questo caso ricordiamo che le padelle più sensibili sono quelle stagnate.

Cercate di pulire e asciugare sempre bene anche l'esterno della stoviglia in modo da evitare che il rame scurisca.

Ricordate di non utilizzare utensili appuntiti o metallici per girare le pietanza, meglio preferire quelli in silicone o in legno. Quando riponete la stoviglia nei mobili evitate di sovrapporla ad altre padelle, se il manico è forato sarebbe meglio appenderla ad un gancio in modo da evitare graffi.

Per concludere evitate di sottoporre le pentole in rame a temperature superiori ai 220°C, salvo diverse indicazioni da parte della casa produttrice.

6
I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Cookist, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.

Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com

Immagine
quale compro

La tua guida per lo shopping

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
6