ingredienti
  • Per la pasta dei bignè (pasta choux)
  • Uova 1 • 79 kcal
  • Burro 300 gr • 43 kcal
  • Acqua 150 gr • 750 kcal
  • Farina tipo 00 300 gr • 750 kcal
  • Sale marino un pizzico • 286 kcal
  • Per la crema pasticcera
  • Latte 4 bicchieri • 43 kcal
  • Farina tipo 00 4 cucchiai • 750 kcal
  • Uova 4 tuorli • 79 kcal
  • Zucchero bianco 8 cucchiai rasi • 750 kcal
  • Limoncello 1 bicchierino • 304 kcal
  • Per la copertura
  • Cioccolato fondente 250 gr • 600 kcal
  • Latte 1 bicchierino • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il profiteroles è un dolce che si ottiene riempiendo dei bignè con una farcia e ricoprendoli di cioccolato. Si tiene poi in frigo e si serve o tagliandolo a fette oppure distribuendo i vari bignè interi agli ospiti.

Come si fanno i profiteroles al cioccolato

Preparate la crema pasticcera. In un pentolino mettete a scaldate il latte. Quando si sarà intiepidito aggiungete lo zucchero e mescolate per farlo sciogliere.

Aggiungete i rossi d'uovo e mescolate ancora con una frusta da cucina.

Mettete il cucchiaio di farina e fatelo amalgamare bene al resto senza creare grumi che rovinerebbero la crema pasticcera. Aggiungete un bicchierino di limoncello. Quando la crema si sarà addensata spegnete il fuoco e fatela raffreddare.

Preparate i bignè facendo sciogliere il burro e mescolando sul fuoco tutti gli ingredienti escluso l'uovo che aggiungerete a freddo.

Prendete il composto, inseritelo in una siringa da pasticcere e create dei bignè su una placca da forno foderata di carta oleata. Fateli cuocere per 25 minuti circa a 200°, sfornateli e fateli raffreddare. I vostri bignè sono pronti per essere farciti.

Prendete un piatto da portata tondo, riempite una siringa da pasticcera di crema e iniziate a forare uno ad uno i vostri bignè, riempiendoli di crema. Adagiateli uno a fianco all'altro fino a creare una montagnola di bignè.

Preparate la glassa per i profiteroles: scaldate il latte e, intanto, mescolate di continuo cacao, zucchero e farina in un'altra pentola togliendo i grumi. Mettete sul fuoco continuando a mescolare fino all'ebollizione. Fate addensare la glassa per altri tre minuti. Togliete il pentolino dal fuoco e unite pezzetti di cioccolato fino a che non si sciolgono. Versate il composto in una ciotola mescolando di continuo per evitare la formazione della patina in superficie.

Quando la glassa sarà pronta fatela colare con delicatezza sui profiteroles fino a ricoprirli quasi interamente.

Mettete il profiteroles in frigo per far rapprendere il cioccolato. Servite dopo qualche ora tenendoli fuori dal frigo per circa venti minuti.

Consigli

Un'idea sfiziosa è quella di creare delle monoporzioni (solitamente il numero perfetto di bignè da usare è tre), magari decorati con dei ciuffi di panna montata. I bignè possono essere acquistati già pronti oppure realizzati con facilità, in questo caso si parla di pasta choux, che non è difficile da realizzare ed è utile sia per preparazioni dolci che salate.

Conservazione

I profiteroles si conservano per massimo due giorni in frigo.

Origine

I profiteroles non sono un dolce di origine francese ma toscano e vedono la loro comparsa in epoca rinascimentale. Dopo aver convolato a nozze con Enrico II di Francia, Caterina De Medici volle con sé il suo chef, Popelini, per conservare le ricette della Toscana, la sua terra. E fu proprio lui ad inventare, nel 1540, lo choux, cioè la pasta per i bignè, dando origine al primo profiterole che, però, cominciò a diventare conosciuto solo nel XVII secolo.

La parola profiterole esiste, invece, dal XVI secolo e, inizialmente, non aveva un significato preciso, stabilito, poi, solo successivamente nel XIX secolo.