ingredienti
  • Bulgur 400 gr
  • Brodo vegetale 400 gr • 43 kcal
  • Carote 80 gr • 661 kcal
  • Zucchine 200 gr • 17 kcal
  • Peperoni gialli 2 falde • 79 kcal
  • Fagiolini 80 gr
  • Pomodori 300 gr
  • Limone 1 • 29 kcal
  • Basilico 5 foglie • 15 kcal
  • Olio extra vergine q.b.
  • sale e pepe q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'insalata di bulgur è un piatto unico estivo e fresco, una valida alternativa per un pranzo leggero diverso dalla classica insalata di riso o insalata di farro. Il bulgur è un tipo di grano integrale ricco di proprietà benefiche, un frumento germogliato, conosciuto anche più semplicemente come grano spezzato, per via della sua lavorazione. È la base ideale da insaporire con spezie o erbe aromatiche e può essere servito anche come sfizioso finger food in comodi bicchierini mono porzione, per un buffet di aperitivo, o come primo piatto. Ottimo per un pranzo all'aperto, in spiaggia, o per la pausa in ufficio: ecco come prepararlo alla perfezione.

Come preparare l'insalata di bulgur

Fate bollire in una pentola il brodo vegetale (1), poi versatelo in una ciotola insieme al bulgur, fino a coprirlo del tutto (2). Coprite la ciotola con della pellicola trasparente, o con un piatto, quindi lasciate a riposo per circa 15 minuti (3).

Lavate bene tutte le verdure. Eliminate le estremità dei fagiolini (4), delle zucchine e delle carote. Tagliate a cubetti tutte le verdure (5), comprese le falde di peperone e i pomodori. Aggiungete al bulgur un giro d'olio extravergine d'oliva, quindi sgranatelo con una forchetta. Fate bollire una pentola piena d'acqua salata e lessate le verdure per qualche minuto, tranne i pomodori. Scolatele e versatele in una ciotola piena di acqua fredda e ghiaccio, per bloccarne la cottura e mantenere colore e croccantezza. Condite con olio, sale e pepe. Mescolate le verdure al bulgur e grattugiate della scorza di limone. Lasciate insaporire, quindi aggiungete le foglie di basilico e servite (6).

Consigli

Per i tempi di cottura, controllate le indicazioni sulla confezione del bulgur. Noi abbiamo optato per una versione vegetariana, ma potete arricchire la ricetta come preferite: con un trito di olive, acciughe e capperi, con del formaggio fresco tipo feta, con del pesce come gamberetti e cozze o, ancora, con dello speck tagliato a cubetti e fatto saltare qualche minuto in una padella antiderente.

Aggiungete pure le erbe aromatiche che preferite: menta, basilico, erba cipollina e timo sono ideali. Per ottenere un piatto colorato e saporito, potete condire il bulgur con della paprika dolce, oppure con lo zafferano, o con i pomodori secchi per una versione mediterranea.

Se volete preparare un'altra ricetta sfiziosa con questo prodotto, provate quella degli hamburger di bulgur.

Storia

Il bulgur è fatto, come già spiegato sopra, da grano duro integrale germogliato, che subisce un particolare processo di lavorazione: i chicchi di frumento vengono cotti al vapore e fatti essiccare, poi vengono macinati e ridotti in piccoli pezzetti. È un alimento molto antico e diffuso soprattutto in Turchia, in Tunisia e anche in altri paesi del Medio Oriente: è molto digeribile e per questo è particolarmente utilizzato per preparare fresche insalate estive. Come nel caso del cous cous, esistono diverse dimensioni di bulgur, a seconda della grandezza dei granelli: le pezzature più grandi sono utilizzate per preparare minestre, mentre quelle più fini per piatti freddi e insalate

Conservazione

Potete conservare il bulgur per un paio di giorni in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico.