ingredienti
  • Salmone affumicato 200g
  • Valeriana 2 mazzetti
  • Avocado 1 • 231 kcal
  • Arancia 1 • 34 kcal
  • Olio extra vergine d’oliva qb
  • Sale cb • 286 kcal
  • Sesamo qb
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'insalata al salmone affumicato è un'idea originale da servire come antipasto o come piatto unico, per un pranzo veloce. Leggera, sfiziosa, proteica e nutriente: se siete amanti del salmone sapete bene di cosa si parla. Il salmone è un pesce ricco di grassi polinsaturi e del gruppo Omega 3, ideali per tenere sotto controllo colesterolo e ipertensione. È ricco di proteine, vitamine B e sali minerali.

Preparate il pesce tagliandolo a fettine e unitelo all'insalata crudo, marinato o leggermente scottato. Aggiungete l'avocado a cubetti, una spolverata di sesamo e una salsa di soia per un gusto orientale, ma anche zucchine, noci, arancia o pompelmo per dare un profumo freschissimo al vostro piatto. Le varianti da sperimentare sono infinite.

La ricetta è semplice e velocissima da preparare, una volta provata sarà difficile non replicarla.

Come preparare l'insalata al salmone affumicato

Come pulire l'avocado

Lavate l'avocado, tagliatelo a metà e rimuovete il nocciolo aiutandovi con un coltello o un cucchiaio. Pelatelo dalla buccia e tagliatelo a fettine o a cubetti.

Tagliate il salmone affumicato a striscioline della larghezza che preferite. Se volete scottarlo leggermente, trasferite il salmone in una padella antiaderente senza l'aggiunta di altri grassi e fatelo cuocere appena qualche istante da entrambi i lati.

In una ciotola per insalata, preparate un letto di valeriana, di iceberg o la lattuga che preferite, ben lavata e asciugata. Aggiungete il salmone a fettine e l'avocado a cubetti.

Preparate l'emulsione per il condimento spremendo in una ciotola il succo d'arancia, aggiungete un giro d'olio d'oliva e salate. Mescolate bene e versate l'emulsione sull'insalata, spolverate dei semi di sesamo e servite.

Consigli

È importante scegliere un avocado maturo al punto giusto. Spesso non è semplice riconoscere un buon avocado quando lo acquistiamo al supermercato.

Il trucco è tastare e premere delicatamente il frutto: se la buccia reagisce ad una minima pressione significa che è al giusto punto di maturazione. Fate attenzione che non rimanga troppo ammaccato, in quel caso significa che l'avocado è già troppo maturo, se invece è molto sodo, è ancora acerbo.

Attenzione anche alla scelta del salmone. Non dimenticate che non tutti i tipi di salmone possono essere consumati crudi, perché il pesce deve prima essere abbattuto. Per un'insalata con il salmone crudo scegliete quello affumicato in fette che si trova facilmente al supermercato.

Potete usare alche un trancio di salmone tagliato a cubetti, ma passatelo prima in padella per cuocerlo. Non aggiungete olio né tanto meno burro: il salmone è un pesce già abbastanza ricco di grassi naturali.

In alternativa, potete marinare il salmone in diversi modi. Usate l'aceto di mele per un gusto delicato o l'aceto balsamico per un aroma più intenso. Lasciate le fettine di salmone immerse nell'aceto per alcune ore, il processo lo farà macerare.

Marinate il salmone in un'emulsione di limone o pompelmo, con due cucchiaio di aceto bianco, sale e pepe, per un piatto fresco e profumato.

Per un gusto orientale, che ricorda molto la cucina giapponese, preparate l'emulsione con due cucchiai di aceto bianco, uno di limone, abbondante salsa di soia e un cucchiaino di zucchero, per bilanciare l'acidità. Non aggiungete sale perché la salsa di soia è già molto saporita e salata.

Conservazione

Potete conservare l'insalata al salmone affumicato in frigo per massimo tre giorni, avendo cura di coprirla bene con della pellicola perché non subisca sbalzi di temperatura.