ingredienti
  • Bietole 200 gr
  • Farina 00 200 gr • 43 kcal
  • Acqua frizzante 1 litro
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • pepe q.b. • 29 kcal
  • parmigiano grattuggiato 1 cucchiaio
  • Olio di semi q.b. per friggere • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le frittelle di bietole sono un antipasto veloce e stuzzicante, ottime da consumare anche come finger food per un aperitivo. La preparazione è semplicissima: vi basterà lavare la bietola, scolarla e mescolarla nella pastella realizzata con farina, acqua, pepe e parmigiano grattugiato. Le frittelle saranno poi cotte in padella con olio ben caldo fino a doratura: il risultato finale saranno delle frittelle croccanti fuori e morbide dentro. Oltre a essere un ottimo stuzzichino, è anche veloce: vengono infatti preparate con una pastella leggera, realizzata senza uova e senza lievito.

Come preparare le frittelle di bietole

Lavate le bietole e mettetele in uno scolapasta, così da eliminare l'acqua in eccesso. Spezzettatele delicatamente con le mani e tenetele da parte in una ciotola. In un contenitore a parte mettete la farina setacciata, pepe, parmigiano e acqua: aggiungete la farina poco alla volta, fino a realizzare una pastella fluida, ma non troppo liquida. Aggiungete anche le bietole, mescolate bene, così da amalgamarle alla pastella. Riscaldate l'olio in una padella dai bordi alti, prelevate il composto con due cucchiai e cuocete nell'olio ben caldo, rigirandole spesso, per circa 2 minuti. Sollevatele con una schiumarola e adagiatele su un piatto rivestito con carta assorbente. Prima di servire le vostre frittelle di bietole, aggiungete un pizzico di sale e gustatele ben calde.

Consigli

Per cuocere le frittelle di bietola alla perfezione, bisogna trovare la giusta temperatura di cottura. Aprite le prima frittella, non appena risulterà dorata: se non sarà cotta all'interno, significa che la temperatura è troppo alta. Misuratela con un termometro da cucina: dovrà essere di 170°C, per un frittura perfetta.

La bietola dovrà essere ben strizzata, prima di essere aggiunta alla pastella.

Le frittelle di bietola sono ottime se accompagnate con i salumi, soprattutto il prosciutto cotto di Praga e l'arrosto di pollo o tacchino, ma potete abbinarle anche a formaggi e sottaceti.

Conservazione

Gustate le frittelle di bietola ben calde. Se avanzano, potete gustarle anche il giorno dopo: riscaldatele in forno ventilato a 200° per pochi minuti, e gustatele calde.