Se vi sentite particolarmente appesantiti da un pasto sovrabbondante, o da un periodo di peccati di gola come può essere quello delle festività, niente paura: esistono tanti rimedi naturali a base di piante che possono venirvi in soccorso. Tisane digestive, depurative, detossinizzanti e sgonfia-pancia, che possono aiutarvi a stare meglio senza le controindicazioni dei farmaci. Ecco 7 proposte da provare per sentirvi più leggeri.

Come fare le tisane depurative e digestive

Sono diverse le erbe che vi permettono di sgonfiare la pancia, sentirvi più leggeri ed eliminare le tossine accumulate dopo un periodo di grandi fasti. Dal classico finocchio al tarassaco, passando per lo zenzero, l'anice e perfino il carciofo. Per farle vi suggeriamo di acquistare le erbe da negozi biologici e di dotarvi della dovuta attrezzatura: basteranno un pentolino d'acqua, un infusore e una tazza, magari la vostra preferita. Il momento migliore per preparare una tisana è al mattino presto, nel caso delle tisane depurative, oppure dopo i pasti, nel caso di quelle digestive. Non fate mai bollire l'acqua, perché rovinerebbe le proprietà delle tisane: basterà portarla a una temperatura compresa fra i 60 e i 90 °C, lasciando le erbe in infusione, in media, per 3-4 minuti a fuoco spento. Dopo di che dovrete levare l'infusore oppure, se non lo possedete, filtrare l'acqua in cui avrete messo le erbe con un semplice colino a maglie fitte.

Tisane depurative, digestive e sgonfia pancia: quali sono le migliori

È sicuramente una questione di gusti, ma anche di effetti benefici: di proposte per tisane che aiutano a sentirsi più leggeri ce ne sono davvero molte. Qui vi consigliamo quelle che amiamo di più e i metodi migliori per utilizzarle.

1. Tisana depurativa al tarassaco

Il tarassaco è un'erba che vanta grandi diuretiche e digestive. Foglie e radici, infatti, sono ricchissime di potassio, che aiuta a drenare ed eliminare i liquidi in eccesso: inoltre è utile per contrastare la ritenzione idrica e purificare anche le vie urinarie. Potete fare una tisana al tarassaco, chiamato anche dente di leone, aggiungendo 2 tazze di fiori di tarassaco a 4 tazze di acqua in una casseruola. Portate a ebollizione, quindi togliete dal fuoco e lasciate in infusione per 5-10 minuti; infine filtrate e bevete. Se volte, potete aggiungere al tarassaco del finocchio o del cumino, aggiungendo così alla tisana anche una funzione sgonfiante.

2. Tisana detossinante al carciofo

Grazie alla cinarina, polifenolo contenuto nel carciofo, la sua relativa tisana vanta effetti detossinizzanti: questa sostanza, infatti, aiuta la secrezione della bile e la conseguente depurazione del fegato. Le foglie del carciofo sono ricche di cinarina, ma anche di diversi sali minerali che aggiungono a questo effetto anche quello remineralizzante. Per chi non ama i sapori forti suggeriamo di scegliere solo le foglie del carciofo, che si possono trovare in erboristeria o nei negozi specializzati, altrimenti potete aggiunger anche delle foglie di cicoria, che massimizza l'effetto del carciofo e aggiunge la funzione sgonfiante.

3. Tisana sgonfiante all'anice verde

L'anice verde è una pianta che vanta proprietà digestive, antispasmodiche e carminative: lo deve soprattutto alla presenza dell'anetolo, il suo principio attivo. Questa pianta è in grado di contrastare il gonfiore addominale e rilassare l'intestino: inoltre, riduce la fermentazione intestinale e l'aria nello stomaco. Per farla basta portate quasi a ebollizione l’acqua, spegnete e mettete i semi di anice verde in infusione per almeno 10 minuti. Fatto questo filtrate e gustate la vostra tisana.

4. Tisana sgonfiante alla menta piperita

Tisane digestive, rimedi naturali

La menta piperita contiene mentolo, un composto naturalmente presente nella pianta, che è in grado di stimolare le ghiandole salivari e la produzione di bile, facilitando così i processi digestivi. Inoltre, la menta piperita ha funzioni miorilassanti, decongestionanti e analgesiche; è capace di migliorare l'attività del fegato, ridurre la produzione di gas intestinali e rilassare eventuali crampi da digestione. Per preparare una tisana alla menta, immergete 7-10 foglie di menta fresca o 1 bustina di tisana alla menta in 1 tazza di acqua calda e lasciate in infusione per 10 minuti: quindi filtrate e bevete. Unica controindicazione: evitatela se avete problemi di ulcere intestinali.

5. Tisana calmante alla liquirizia

La liquirizia è una pianta ricca di proprietà antinfiammatorie, calmanti e detossinizzanti: nella medicina tradizionale cinese viene anche usata per contrastare gli effetti delle intossicazioni alimentari. È consigliata in anche in caso di congestionamento, mal di gola, asma e problemi alle ossa, protegge il fegato e stimola il sistema immunitario. Per preparare una tisana alla liquirizia basta mettere un cucchiaino di radice tritata a persona, pari a 2 grammi circa, in infusione in acqua quasi bollente per circa 3 minuti.

6. Tisana digestiva al finocchio

In questo compendio di metodi naturali per sentirsi più leggeri non poteva mancare una pianta preziosa come il finocchio: digestivo, depurativo, antinfiammatorio, carminativo. Il finocchio è un ortaggio dalle grandi proprietà benefiche e anche usato sotto forma di tisana non si smentisce: aiuta tutto l’apparato gastrointestinale, riducendo le eventuali contrazioni addominali e la formazione di gas. Per preparare una tisana al finocchio scaldate l'acqua senza portarla a bollore, mettere 2 cucchiaini di semi di finocchio e lasciate il tutto in infusione per 5-10-minuti prima di gustarla.

7. Tisana sgonfiante e anti-nausea allo zenzero

Anche lo zenzero è una radice ricca di benefici per il nostro fisico. Sottoforma di tisana, è in grado di ridurre l’aria nello stomaco e nell’intestino, contrastando la digestione lenta e sgonfiando la pancia. Ha funzioni digestive, carminative e anti-nausea: è infatti indicato anche come rimedio al mal d'auto. Per fare la tisana allo zenzero potete procurarvi dello zenzero essiccato oppure usare direttamente la radice fresca: tagliate la porzione di zenzero che vi occorre, sbucciatela con un coltellino, eliminando solo la parte esterna. Immergete il pezzo di zenzero in acqua, portate a ebollizione e lasciate sobbollire per 10 minuti. Trascorso il tempo necessario, filtrate e dolcificate a piacere.