Conosciuti per i loro benefici, i semi offrono un grande aiuto per un'alimentazione sana e corretta. Sono ricchi di proteine, fibre vegetali, acidi grassi, insomma un vero alleato per il nostro organismo! Sempre più spesso, negli ultimi anni, li abbiamo visti comparire sulle nostre tavole, ma difficilmente sapremmo distinguerli. Tanto meno, forse, sappiamo come usare i semi in cucina, come cuocerli o come aggiungerli alle nostre ricette di sempre.

Semi di chia, semi di lino, semi di zucca o di girasole. Chissà quante volte li abbiamo visti sugli scaffali del supermercato e abbiamo avuto la tentazione di provare questi chicchi super nutrienti. Allora, se siete curiosi di conoscere proprietà e benefici dei semi, ecco una breve guida su come usare i semi in cucina e quali gustose ricette preparare.

Quali sono i benefici dei semi

I semi sono l'origine della pianta, la parte che racchiude la maggior quantità di nutrienti, come i minerali, le vitamine e le fibre. Offrono al nostro corpo parecchi benefici, ci aiutano ad esempio ad equilibrare la pressione del sangue, a facilitare i processi intestinali, regolano i livelli di zuccheri e di colesterolo. Sono una vera e propria ricarica per l'organismo.

Proprio per i loro benefici, molti semi, soprattutto i semi oleosi, sono tornati ad essere protagonisti della cucina moderna, sempre più propensa ad un'alimentazione sana e bilanciata. Se siete curiosi di iniziare ad usare i semi in cucina anche a casa, scopriamo quali sono i principali tipi di semi e come usarli al meglio per le vostre preparazioni.

Come usare i semi in cucina

1.Semi di chia

I semi di chia nascono da una pianta che cresce per lo più in Sud America. Sono piccoli semini scuri, ricchi di sali minerali, vitamine e calcio. Se assunti con regolarità, all'interno di una dieta equilibrata, i semi di chia ci aiutano a riequilibrare zuccheri e colesterolo. In più hanno un effetto lassativo, quindi ci aiutano nella digestione.

I semi di chia sono croccanti, ma piuttosto insapore. Sono perfetti da aggiungere alla vostre colazioni al mattino, per arricchire una ciotola di muesli e cereali, o un ottimo porridge. A pranzo o a cena invece, potete usare i semi di chia per dare più gusto a zuppe e insalate. Contrariamente a quanto si pensi, i semi sono adatti anche alle ricette dolci. Usatele per decorare macedonie di frutta, muffin o ciambelle. Prova il budino ai semi di chia, per una colazione energica e nutriente.

2.Semi di lino

I semi di lino sono ricchi di sali minerali, ma soprattutto di mucillagine. Si tratta di una sostanza che aiuta le piante ad idratarsi, che per l'uomo ha una funzione in genere lassativa. Molto simili a chicchi di riso, grazie all'alto contenuto di Omega 3 e Omega 6, i semi di lino hanno una funzione antinfiammatoria. Molto spesso inoltre, nella cosmetica vengono usati per dare lucentezza ai capelli.

Macinate i semi di lino e lasciateli in abbondante acqua per almeno 12 ore. L'ideale è consumarli prima dei pasti, perché possano offrire tutti i loro benefici. Questo non toglie, che potete anche usarli per arricchire i vostri piatti. mescolandoli ad uno yogurt, o per un antipasto fresco di pesce. Ecco alcune idee su come assumerli ogni giorno.

3.Semi di zucca

I semi di zucca sono ricchi di zinco, magnesio, ferro e Omega3. Aiutano a proteggere il nostro sistema immunitario e a mantenere pulito il sangue. In più, hanno una funzione antistress e ci aiutano a regolarizzare il sonno.

I semi di zucca sono piuttosto grandi e molto gustosi, ideali anche da stuzzicare dopo averli tostati. Sono piuttosto calorici, quindi non esagerate con le dosi. Potete utilizzarli per numerose ricette, per arricchire salse, dolci, biscotti, o pane e focacce. Se avete cucinato una zucca e vi sono rimasti inutilizzati, ecco come riciclare i semi di zucca.

4.Semi di girasole

I semi di girasole sono perfetti da assumere come integratori naturali, perché sono ricchi di vitamine e di acido folico. Hanno un'azione antiossidante, che aiuta la pelle e ritarda l'invecchiamento. In più, sono raccomandati soprattutto alle donne incinte, perché contribuiscono allo sviluppo del bambino.

I semi di girasole in genere vengono usati in cucina soprattutto nella panificazione. Leggermente oleosi e molto saporiti, sono perfetti per farcire panini, focacce, grissini, oppure tostati per insaporire zuppe e insalate. Prova il pane fatto in casa ai semi misti, per gustarli al meglio. In alternativa, per tostate i semi di girasole, usate una padella antiaderente e cuoceteli per qualche minuto a fuoco piuttosto basso.

5.Semi di papavero

I semi di papavero sono ricchi di acidi grassi essenziali e di fibre. Ci aiutano con una funzione antinfiammatoria e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. La parte esterna dei seme è ricca di fibre, quindi favorisce la digestione e i processi intestinali.

In cucina i semi di papavero sono l'ideale per decorare dolci e panini: prova ad aggiungerli alla ricetta di gustosi Bretzel. Non solo nutrienti, sono ottimi anche per esaltare il gusto delle vostre preparazioni. Grazie alla loro funzione antistress, i semi di lino sono molto indicati anche per preparare tisane e infusi, da consumare la sera prima di andare a dormire.