Con gli spaghetti, unite alle cozze in un piatto di scialatielli o in un profumato sautè: parliamo di vongole, tra i frutti di mare più amati e apprezzati in cucina. In qualunque modo vogliate cucinarle, se avete appena acquistato un sacchetto di vongole, probabilmente vi starete chiedendo come pulirle, spurgarle ed eliminare la sabbia che potrebbe rovinare irrimediabilmente i vostri piatti: niente paura, siete decisamente nel posto giusto. Pulire le vongole in poche mosse è semplicissimo: ecco come farlo nel modo più facile e veloce per portare in tavola ricette perfette.

Come pulire le vongole

Ecco come pulire le vongole attraverso questi semplici passaggi:

  • Scegliere le vongole: la prima cosa da fare prima di iniziare l'operazione di pulizia è scegliere le vongole: controllate che non abbiano un cattivo odore ed eliminate quelle aperte o rotte che, essendo morte, potrebbero avere un cattivo sapore e rovinare la vostra ricetta.
  • Fase di ammollo: ora che avete scelto le vongole e messo via quelle rotte e aperte, dovrete sistemarle in una schiumarola e riporle in una bacinella con acqua fredda e sale (un cucchiaio di sale grosso per ogni litro di acqua). Lasciatele in ammollo per almeno un'ora in frigorifero: a contatto con l'acqua salata, le vongole inizieranno ad aprirsi e cacceranno la sabbia che andrà a posarsi sul fondo della bacinella.
  • Spurgarle: a questo punto non vi resta che sciacquarle con acqua fredda corrente e farle cadere, una per volta, nel lavandino da un'altezza di circa 30 centimetri: quest'ultima operazione servirà ad eliminare qualunque eventuale residuo di sabbia rimasto.
  • Aprire le vongole: a questo punto le vostre vongole sono pulite, non vi resta che completare l'operazione e aprirle. Come fare? Sistematele in un tegame, aggiungete un filo di olio e uno spicchio di aglio, coprite con un coperchio e portate il tutto sul fuoco a fiamma vivace per qualche minuto. Le vongole si apriranno subito e, raggiunto l'obiettivo, dovrete spegnere la fiamma e scolarle; potrete anche usare il liquido di cottura, filtrandolo con un colino a maglie strette, per insaporire le vostre ricette.

Come cucinare le vongole in cucina

Ok, avete scelto, pulito e aperto le vongole ora non vi resta che impiegarle in cucina: preferite un primo, un secondo o un aperitivo sfizioso? Se siete amanti della tradizione, non potete non portare in tavola un profumato e goloso piatto di spaghetti alla vongole o, in alternativa, un piatto di di scialatielli con scampi, vongole e pomodorini: un ottimo primo piatto per i pranzi estivi in famiglia.

Vi piace sperimentare e unire sapori apparentemente molto diversi fra loro? Gli gnocchi con cozze e vongole vi faranno leccare i baffi e non hanno nulla da invidiare ad un primo mare e monti come la pasta con vongole e ceci. Se poi i vostri amici vi hanno chiesto un aperitivo alternativo e volete impiegare quel sacchetto di vongole appena comprato, allora potete farli felici con una ricetta tanto semplice quanto buona: le vongole fritte in pastella, croccanti e delicate allo stesso tempo. Ultimo ma non per importanza, nella nostra lista delle migliori ricette con le vongole non poteva mancare il sautè: che siano piccole o veraci, saltate le vostre vongole con aglio, prezzemolo e vino bianco e immergetevi nella tradizione campana.