Sembra una mela ma è un cavolo, contiene un'incredibile quantità di vitamina C e il suo sapore ricorda quello del più comune cavolfiore: parliamo del cavolo rapa, anche detto rapa tedesca o kohlrabi. Poco conosciuto nelle nostre ricette e forse non abbastanza amato come molti suoi simili, il cavolo rapa presenta una polpa soda e può essere consumato sia cotto sia crudo, in contorni sfiziosi o zuppe nutrienti: perché dovremmo averlo sempre a portata di ricetta e a cosa fa bene? Ecco una piccola guida per scoprire il cavolo rapa con qualche consiglio per portarlo in tavolo in piatti sfiziosi.

Cos'è il cavolo rapa

Ricco di vitamina C, fibre e sostanze antiossidanti, il cavolo rapa è una particolare varietà di cavolo, appartenente alla famiglia delle Crucifere, la stessa di verza, cavolo, broccoli e cavolini di Bruxelles. Si presenta come una sfera leggermente schiacciata ai poli (detta "testa") non più grande di una mela e lunghe foglie commestibili. La pianta raggiunge un'altezza di circa 30 centimetri ed è probabilmente il frutto di un incrocio tra la rapa bianca e il cavolo: ha un sapore leggermente dolciastro che ricorda quello del cavolfiore e si coltiva tra la primavera e l'autunno.

In natura esistono tre tipologie di cavolo rapa: bianco, verde chiaro e viola che, al netto di una composizione molto simile, presenta una maggiore quantità di antociani, come tutti gli ortaggi di questo colore. In tutte e tre le varietà, la polpa è soda e di colore bianco.

Benefici del cavolo rapa

Cotto o crudo, il cavolo rapa non dovrebbe mancare nella nostra alimentazione perché, grazie al suo basso apporto calorico e al suo potere nutriente, apporta numerosi benefici al nostro corpo. In particolare:

  • Utile nelle diete ipocaloriche: se state seguendo una dieta dimagrante il cavolo rapa è sicuramente tra i vostri alleati; essendo ricco di acqua e fibre ma povero di calorie, ci aiuta a drenare i liquidi in eccesso, sentirci sazi e perdere peso;
  • grazie alla massiccia presenza di sali minerali come potassio, fosforo, magnesio e al basso contenuto di sodio, il cavolo rapa è amico del cuore e sostiene l'intero apparato cardiovascolare;
  • i sali minerali inoltre aiutano e rafforzano le ossa, rendendo questo alimento ottimo nel prevenire forme di osteoporosi;
  • amico dell'intestino perché favorisce la digestione, grazie alle fibre che aiutano a combattere la stitichezza e mantenere la regolarità;
  • aiuta il sistema immunitario perché incredibilmente ricco di vitamina C, soprattutto se consumato crudo;
  • il cavolo rapa viola è ricco di antociani, sostanze antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi e l'invecchiamento cellulare;
  • la vitamina C ci aiuta ad abbassare la pressione sanguigna mentre le vitamina B aiuta e sostiene i processi ematici, garantendo un buon funzionamento del nostro organismo.

Usi in cucina

Come gustare questo curioso ortaggio nelle vostre ricette? Sodo e compatto, il cavolo rapa può essere utilizzato sia crudo sia cotto: nel primo caso, è sufficiente eliminare foglie e steli, tagliarlo a fettine e condirlo per ottenere un‘insalatina croccante. Se invece preferite cuocerlo, potete scegliere tra diversi tipi di preparazioni: molto spesso aggiunto alle zuppe, il cavolo rapa è ottimo anche cotto al vapore, stufato in padella o al forno, con olive, besciamella e pangrattato croccante. A noi, lo sapete, piace sperimentare e, se anche voi abbracciate questa filosofia in cucina, vi consigliamo dei deliziosi cavolo rapa ripieni con funghi, cipolla e carote, per un antipasto vegetariano semplicemente squisito.