ricetta

Cavolfiore in pastella: la ricetta dell’antipasto croccante e saporito

Preparazione: 20 Min
Cottura: 15 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
137
Immagine

Il cavolfiore in pastella è un antipasto invernale davvero saporito, ideale da servire anche come contorno o secondo piatto vegetariano. Le cimette di cavolfiore saranno sbollentate e passate in una pastella realizzata con acqua frizzante fredda, farina, bicarbonato, parmigiano, prezzemolo e sale. Il cavolfiore sarà poi fritto in padella in olio ben caldo: a fine preparazione risulterà asciutto e leggero, croccante fuori e morbido dentro. Preparato in questo modo, il cavolfiore piacerà tanto anche ai bambini.

Nella nostra ricetta abbiamo realizzato la pastella con acqua frizzante, ma è possibile realizzarla anche con la birra. Inoltre è possibile utilizzare anche il cavolfiore crudo: in questo caso, è importante tagliare le cimette in pezzetti piccoli, così si cuoceranno in modo uniforme.

Da provare anche le frittelle di cavolfiore, ottime come antipasto, per un aperitivo o un buffet.

ingredienti
Cavolfiore
700 gr
Acqua frizzante fredda
120 ml
Farina 00
25 gr
Parmigiano grattugiato
15 gr
Bicarbonato di sodio
5 gr
Sale
q.b.
Pepe nero
q.b.
Prezzemolo
q.b.
Olio di semi
q.b. per friggere

Come preparare il cavolfiore in pastella

Taglia il cavolfiore in piccoli pezzetti 1.

Fai bollire le cimette del cavolfiore nell’acqua salata per circa 7-8 minuti, fin quando non saranno morbide 1.

Scola 3.

In una ciotola unisci la farina con il prezzemolo tritato, il parmigiano (4), il sale, il pepe e il bicarbonato, poi mescola.

Versa l’acqua frizzante poco alla volta 5.

Mescola fino a ottenere la pastella 6.

Intingi il cavolfiore nella pastella 7.

Versa le cimette di cavolfiore in una padella con olio bollente 8.

Friggi e mescola di tanto in tanto così da farle dorare su tutti i lati. Solleva il cavolfiore con una pinza 9 e adagialo su un piatto rivestito con carta da cucina o carta per fritti, così da eliminare l'olio in eccesso.

Il cavolfiore in pastella è pronto per essere servito 10.

Conservazione

È consigliabile mangiare il cavolfiore in pastella ben caldo, per gustarlo croccante al punto giusto. In alternativa puoi conservarlo per un giorno, ma perderà la sua croccantezza.

137
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
137