ricetta

Arrosto di vitello per Pasqua: la ricetta per prepararlo classico o ripieno

Preparazione: 70 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 6 persone
A cura di Redazione Cucina
49
Immagine
ingredienti
Arrosto di vitello
800g
Pancetta o guanciale
200g
Costa di sedano
Carota
Cipolla
Olio extra vergine d’oliva
sale e pepe
Rosmarino
100ml
Vino bianco

L'arrosto di Pasqua è una ricetta ricca e gustosa da portare in tavola durante le festività. Se state già pensando al menù di Pasqua quindi, non potete far mancare questo delizioso secondo piatto di carne. Noi, per prepararlo, abbiamo scelto la fesa di vitello e, inoltre, se non avete molta manualità, potete comprare un taglio di carne già legata con lo spago oppure già farcita in macelleria.

Se invece volete cimentarvi ai fornelli, farcite il vostro arrosto di Pasqua con gli ingredienti che preferite. Gustatelo al naturale profumato al rosmarino, al latte, avvolto nella pancetta o farcito con ricotta e spinaci, accompagnato da un contorno di patate. L'importante è cuocerlo nel modo giusto e lasciarlo riposare perché conservi il gusto e gli odori. Vediamo allora come preparare un gustoso arrosto di Pasqua in pochi semplici mosse.

Come preparare l'arrosto di Pasqua

Preparate un taglio da 800g di fesa di vitello a temperatura ambiente e un trito di sale, pepe e rosmarino. Massaggiate la carne in modo che assorba bene gli odori.

Sul piano di lavoro disponete le fette di pancetta o di guanciale una accanto all'altra. Poggiate la carne al centro e arrotolatela nella pancetta avvolgendola completamente. Legate l'arrosto ben stretto con dello spago.

Tritate sedano, carota e cipolla. Avvolgete una pirofila con della carta da forno e disponete sopra l'arrosto. Versate un giro d'olio d'oliva e spargete intorno il trito.

Preriscaldate il forno a 190°C, poi cuocete l'arrosto per circa 30 minuti. Abbassate leggermente la temperatura e bagnate l'arrosto con del vino bianco. Continuate la cottura per altri 30 minuti, fino a quando l'arrosto risulta dorato.

Sfornate l'arrosto e avvolgetelo in un foglio di alluminio. Lasciate riposare al caldo, poi tagliate a fette e servite raccogliendo il brodo di cottura con un cucchiaio.

Consigli

L'arrosto di Pasqua è una ricetta che si presta a più tipi di carne. La carne di vitello è quella più delicata e i tagli migliori per l'arrosto sono la fesa o la spalla, detta anche girello. L'arrosto di vitello rischia di seccarsi in cottura, quindi aggiungete qualche mestolo di brodo per non farlo asciugare troppo.

Se in forno l'arrosto tende a cuocersi troppo in fretta in superficie, avvolgetelo con della carta da forno già in cottura e abbassate la temperatura a 160°.

In alternativa potete cuocere il vostro arrosto pasquale anche in una casseruola. Per evitare che si restringa, bagnatelo di tanto in tanto con un mestolo di brodo e accompagnate la cottura.

Quali tagli per l'arrosto pasquale perfetto?

Se volete preparare un arrosto di manzo, scegliete lo scamone, il codone o il cappello del prete, che presentano piccole venature di grasso. La cottura ideale in questo caso è in forno, preceduta da una veloce rosolatura in pentola per sigillare i succhi della carne al suo interno.

La parte migliore del maiale è invece l'arista, o lonza, che è rivestita di grasso all'esterno. È ideale se cotta in una casseruola con una crema di latte, ma anche arricchita con le mele o i funghi.

Varianti

Preparate l'arrosto pasquale nella versione classica al rosmarino, oppure ripieno con gli ingredienti che preferite. Per una versione ricca, potete farcirlo con degli spinaci, precedentemente lavati, lessati e insaporiti con un po' di burro, sale e pepe e parmigiano. A parte, preparate due frittate sottili. Appiattite la carne per l'arrosto su un piano di lavoro. Disponete sopra qualche fetta di prosciutto, le frittatine e gli spinaci. Avvolgete con lo spago e procedete con la normale cottura.

Un altro grande classico è l'arrosto di maiale al latte. Scegliete un buon taglio di arista e infarinatelo bene. In un tegame aggiungete l'olio d'oliva e il trito di odori. A fiamma viva fate sfumare mezzo bicchiere di vino bianco, poi versate 1/2 litro di latte intero. Bagnate bene la carne e coprite con un coperchio, salate e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 1 ora.

Conservazione

Potete conservare il vostro arrosto pasquale in frigo per 3 giorni al massimo, coperto con pellicola trasparente o all'interno di un contenitore ermetico. Prima di consumarlo, riscaldate il sugo e adagiateci entro le fettine, per servirlo ben caldo.

49
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

#iorestoincucina
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
49