Salutari o non salutari? Per molti cibi che consumiamo quotidianamente questo è il problema. Tutti sappiamo che alcuni alimenti sono dannosi per la nostra salute e che occorre evitarli se vogliamo mantenerci in forma, ma siamo proprio sicuri che quelli che ci vengono venduti come cibi salutari e dietetici non nascondano qualche segreto? Frutta secca, muesli e perfino burger vegani: abbiamo scoperto 10 cibi che in realtà non sono così salutari come pensiamo e molto spesso prepararli in casa può essere la soluzione migliore.

1. Frutta secca

Consigliata come spezza fame o per chi ha un'intensa attività sportiva: la frutta secca è ricca di fibre, sali minerali e vitamine. Tutto bene allora direte voi? La risposta non è sempre sì: nel tempo infatti la frutta secca perde il suo sapore naturale e per questo motivo, quando viene seccata e confezionata nella produzione industriale, viene aggiunto zucchero che rischia di aumentare l'indice glicemico nel nostro sangue. Il consiglio per evitare tali rischi è di seccarla a casa e consumarla in breve tempo: non preoccupatevi se dopo qualche giorno mandorle e uvetta assumono un colore più scuro, è un processo naturale che non ne modifica le proprietà nutritive.

2. Succhi di frutta confezionati

La frutta non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione quotidiana: una spremuta fresca è un vero e proprio rimedio per ogni malanno stagionale. Attenzione però, abbiamo detto spremuta e non succo: i succhi di frutta confezionati infatti sono un vero e proprio concentrato di zucchero che va ad aggiungersi a quello già naturalmente presente nella frutta. Il consiglio è di evitarne un consumo frequente e optare per della frutta fresca, meglio se di stagione.

3. Yogurt

Ottimo se mischiato a frutta o cereali, molto spesso lo yogurt, anche quando acquistiamo quello "magro" è ricco di zuccheri e proteine che non sempre fanno bene alla nostra salute. Ogni regola però ha le sue eccezioni ed in questo caso si chiama yogurt greco: diverso da tutti gli altri per consistenza e sapore, questo tipo di yogurt contiene pochissimi zuccheri ed è particolarmente indicato per chi segue una dieta ipocalorica.

4. Bibite energetiche

Le bibite energetiche sembrano la soluzione migliore se avete bisogno di reidratarvi dopo aver finito il vostro allenamento settimanale, ma anche in questo caso occorre fare attenzione: le bibite proteiche e sportive contengono una quantità di zuccheri inimmaginabile. Per reintegrare i sali minerali non c'è niente di meglio di un buon bicchiere di semplice acqua: le bibite energetiche infatti oltre a contenere coloranti artificiali, sono anche ricche di calorie "inutili" che possono comportare un aumento di peso.

5. Hamburger vegani

Cari amici vegetariani abbiamo due notizie per voi: una brutta e l'altra decisamente bella. La cattiva notizia è che gli hamburger vegani che troviamo sui banchi dei supermercati possono contenere proteine vegetali altamente elaborate nel processo di produzione industriale ed essere per questo molto meno leggeri e salutari di quanto possiate pensare. La buona notizia è che preparare in casa un burger vegano è semplicissimo: provate ad esempio il nostro hamburger di lenticchie oppure quello al forno a base di miglio.

6. Muesli

La colazione è il pasto più importante della giornata e molto spesso scegliamo il muesli da accompagnare ad una tazza di latte oppure yogurt: nonostante le apparenze, non è sempre una buona idea. Il muesli molto spesso viene addizionato da zuccheri e grassi che non lo rendono particolarmente salutare, perché non provare a farlo in casa? Occhio, per di più, alle calorie: il muesli ne contiene molte.

7. Gallette di riso

Apparentemente tra i cibi più leggeri e ipocalorici in circolazione, le gallette di riso nascondono non pochi segreti: sono ricche di sodio e hanno un indice glicemico che può arrivare a 91, un numero decisamente troppo alto per un cibo che, possiamo dirlo, non ha poi nemmeno tutto questo sapore. Non lasciatevi ingannare, pur contenendo pochissime calorie non sono affatto salutari, meglio una fetta di pane integrale se proprio siete a dieta.

8. Seitan

Il seitan è un ricavato del glutine e viene sempre più utilizzato come sostituto della carne, ottimo in secondi piatti al forno o spezzatini vegan. Consumarlo con parsimonia non crea alcun problema (a meno che non siate celiaci e lì è tutta un'altra storia) ma un consumo abituale di seitan rischia di essere dannoso per la nostra salute: il glutine è considerato di per sé un allergene e assumerne troppo può essere pericoloso per la nostra salute.

9. Piadine

Farcite sono sempre buone e piacciono a tutti, ma anche nel caso delle piadine bisogna fare attenzione: la lavorazione industriale infatti rende questi prodotti ricchi di grassi e calorie. Il miglior modo per gustare una buona piadina è sicuramente prepararla in casa: bastano farina, acqua ed un pizzico di manualità.

10. Barrette energetiche

Quanto zucchero possono contenere delle barrette energetiche a base di cereali, cioccolato e sciroppo? La risposta è semplice: tanto. Allo zucchero dovrete aggiungere un alto contenuto di grassi derivante dalla lavorazione o dalla eventuale presenza di frutta secca oppure olio: meglio uno spezza-fame più salutare con della frutta fresca.